Serie A2 femminile: Il Club Italia CRAI si impone al tie break sulla P2P Givova Baronissi

Pubblicato il 14/10/2017
14/10/2017

Seconda partita in Serie A2 e seconda vittoria per il Club Italia CRAI femminile: nell’anticipo della seconda giornata di Samsung Galaxy Volley Cup, il team della Federazione Italiana Pallavolo spegne al tie break la resistenza della P2P Givova Baronissi, dopo quasi due ore di dura battaglia. Lasciatosi sfuggire un primo set in cui conducevano 15-10, le azzurre reagiscono alla grande nel secondo (25-18) ed evitano la rimonta avversaria nel terzo, chiudendo 25-23; Baronissi è sempre avanti nel quarto set e conquista meritatamente il tie break, che però è dominato dalla squadra di Bellano (8-4, 10-6, 15-7).
Grande prova corale per il Club Italia, che chiude con il 43% in attacco, 14 muri-punto e tante difese spettacolari; brillano le stelle di Terry Enweonwu, autrice di 29 punti con il 52% e 3 ace, e di Sarah Fahr (4 muri), ma nel finale a suonare la carica è anche il capitano Marina Lubian, oltre a Pietrini, Morello e De Bortoli. Decisivo, ancora una volta, l’innesto di Loveth Omoruyi, che entra dalla panchina nel secondo parziale e rimane stabilmente in campo fino alla fine, chiudendo con il 59% in attacco. Dall’altra parte del campo a tratti devastante la cubana Yaremis Mendaro Leyva, protagonista con 26 punti, 5 ace e 4 muri; solo il suo calo nel tie break impedisce alla P2P di lottare fino in fondo per il successo.
Circa 150 gli spettatori che hanno assistito all’esordio casalingo delle azzurre e che già martedì 17 ottobre avranno un’altra occasione per vederle all’opera: alle 16, infatti, il Club Italia CRAI ospiterà la Sigel Marsala per l’anticipo del terzo turno di campionato.

I commenti:
Marina Lubian (Club Italia CRAI): “Una partita con alti e bassi, abbiamo fatto cose bellissime in alcuni momenti della gara e in altri invece ci siamo lasciate sovrastare. Sono però molto contenta della mia squadra, soprattutto per la reazione di carattere che ci ha portate alla vittoria”.
Massimo Bellano (all. Club Italia CRAI): “Quando abbiamo capito che non avremmo potuto fare la “partita perfetta” ci siamo un po’ abbattuti e per un set e mezzo abbiamo giocato troppo preoccupati, commettendo troppi errori in difesa e in attacco. Poi un po’ alla volta abbiamo accettato il confronto e trovato tante belle soluzioni: il tie break se lo sono guadagnato loro. C’è ancora molto da lavorare, soprattutto a muro dove siamo ancora piuttosto disordinati, ma fa parte del processo di crescita”.
Ivan Castillo (all. P2P Givova Baronissi): “Non sono soddisfatto per il risultato ma sicuramente lo sono per la prestazione, il Club Italia è un avversario davvero temibile e fare un punto su un campo così non è facile, perché in casa le azzurre si esprimono ancora meglio di quanto hanno fatto in trasferta. Continuiamo così”.
 
Tabellino: Club Italia CRAI-P2P Givova Baronissi 3-2 (22-25, 25-18, 25-23, 22-25, 15-7)
Club Italia CRAI: Enweonwu 29, Fucka ne, Malual ne, Morello 3, Lubian 11, Pietrini 13, Omoruyi 12, De Bortoli (L), Tonello (L) ne, Turco, Fahr 12, Nwakalor 2, Mangani, Bulovic ne. All. Bellano.
P2P Givova Baronissi: Baruffi ne, Ferrara, Avenia 2, Prestanti, Mendaro Levya 26, Strobbe 7, Maggipinto (L), Kijakova 4, Pedone ne, Vujko 4, Gagliardi ne, Moneta 13, Quarchioni 7. All. Castillo.
Arbitri: Pecoraro e Mesiano.
Note: Spettatori 150 circa. Club Italia: battute vincenti 10, battute sbagliate 15, attacco 43%, ricezione 53%-32%, muri 14, errori 35. Baronissi: battute vincenti 7, battute sbagliate 16, attacco 35%, ricezione 65%-45%, muri 9, errori 28.