Serie A2 Femminile: Il Club Italia CRAI torna subito a volare battendo Ravenna

Pubblicato il 17/03/2018
17/03/2018

Reazione immediata per il Club Italia CRAI femminile: a una settimana dal passo falso di Cuneo, la squadra della Federazione Italiana Pallavolo torna subito alla vittoria, battendo in quattro set la Conad Olimpia Teodora Ravenna e scavalcandola nella classifica della Samsung Galaxy Volley Cup. Dopo un primo set tutto giocato punto a punto e deciso da Lubian sul 25-23, le azzurre prendono il volo nel secondo, dominato dall’inizio alla fine; Ravenna rientra in partita nel terzo, ma nel quarto il Club Italia sigla il break decisivo sul 18-12 e riesce a contenere il rientro delle avversarie fino al 25-21 conclusivo.
Ottima prestazione di squadra per le azzurre, che trovano nella battuta un’arma decisiva, limitando la ricezione avversaria al 51% di positività; il Club Italia riesce così anche ad ammortizzare i troppi errori in attacco, alla fine ben 21. Prova maiuscola di Sarah Fahr, che firma ben 6 muri-punto ed è ancora una volta decisiva anche al servizio; Elena Pietrini festeggia il suo diciottesimo compleanno con 20 punti e il 50% in attacco, mentre Marina Lubian è fondamentale nei momenti chiave. La formazione di Bellano non risente neppure dell’infortunio occorso a Rachele Morello: la palleggiatrice si è procurata, scontrandosi con una compagna, una ferita all’arcata sopracciliare che l’ha costretta a tre punti di sutura, ma è rientrata in campo già a partire dal terzo set. Nella formazione di Ravenna da sottolineare l’ottimo impatto dell’ex Sofia D’Odorico, entrata a gara in corso al posto di Aluigi.
Con questa vittoria il Club Italia CRAI risale provvisoriamente all’ottavo posto, in attesa delle altre partite della giornata. Le azzurre torneranno in campo per il turno infrasettimanale giovedì 22 marzo, in casa del Fenera Chieri.

La cronaca:
Splendida cornice di pubblico al Centro Pavesi, con quasi 400 spettatori presenti; tra loro anche il presidente della Federazione Italiana Pallavolo, Bruno Cattaneo. Formazioni confermate rispetto alle previsioni della vigilia: il Club Italia conferma il sestetto con Morello in regia, Nwakalor opposto, Fahr e Lubian centrali, Pietrini e Omoruyi in posto 4 e De Bortoli libero. Ravenna lascia inizialmente in panchina l’ex D’Odorico e propone Aluigi come schiacciatrice in diagonale con Bacchi.
A partire meglio è proprio l’Olimpia che, grazie a due errori azzurri e all’ace di Scacchetti, scappa subito avanti 1-4. Aluigi allunga per il 3-7 e il nastro aiuta Kajalina per il servizio vincente del 4-9; sulla battuta di Lubian arriva però il controbreak del Club Italia, che con Omoruyi e Nwakalor si riporta sotto 9-10. Le azzurre completano la rimonta con due attacchi vincenti di Pietrini (13-13) e vanno anche al sorpasso sempre sul turno di battuta di Fahr: 15-13. Ravenna però ritrova subito la parità e il punto a punto prosegue finché la stessa Fahr, in attacco e a muro, sigla il break del 21-19 che costringe Angelini a fermare il gioco. Le ospiti non demordono e ritrovano la parità con Bacchi e Washington sul 23-23; dopo il time out chiamato da Bellano è Panetoni a concedere il set point sbagliando il servizio, e alla prima occasione, su un pallone alzato perfettamente da De Bortoli, Lubian trasforma per il 25-23.
In avvio di secondo set il servizio di Omoruyi (un ace) mette subito in crisi Ravenna, che in breve si ritrova sotto 4-0. In uno scontro di gioco Morello si procura una ferita al volto che la costringe a lasciare il posto a Turco; le azzurre però non sembrano risentire del cambio e volano prima sul 10-4 con Omoruyi, poi sul 14-6 con due muri consecutivi di Fahr. Nwakalor tiene avanti il Club Italia sul 16-8, ma dal 18-11 Ravenna riesce ad accorciare fino al 18-15 con due ace di Washington. Ci pensa Sarah Fahr con attacco e muro a ripristinare le distanze (21-16), per poi mettere a segno anche l’ace del 23-17; Lubian guadagna il set point e D’Odorico manda out per il 25-18.
Nel terzo set l’Olimpia conferma in campo D’Odorico, mentre il Club Italia recupera Morello, che sigla subito il primo punto del parziale. Due errori azzurri regalano alle ospiti il 2-4, ma Lubian ricuce immediatamente; i muri di D’Odorico e Washington però riportano avanti Ravenna 5-8, e la statunitense si esalta anche in attacco per il break del 6-11. Il Club Italia prova ad accorciare le distanze con la solita Fahr (10-12) e poi con Lubian (13-15), ma le romagnole continuano a condurre e sul 14-19 Bellano deve fermare il gioco. Entrano Turco e Mangani, senza però incidere; Ravenna resta avanti (17-23) e alla seconda occasione sigla con Kajalina il 19-25 che riapre l’incontro.
Buona la partenza delle azzurre nel quarto set, con l’immediato 4-1 firmato Pietrini e Lubian; la battuta di D’Odorico permette però a Ravenna di ritrovare la parità sul 6-6. Il botta e risposta continua, con Bulovic che prende il posto di Nwakalor sul 9-9; Lubian trova il muro vincente del 13-11, poi con un grande turno di battuta e con la collaborazione di Pietrini e Omoruyi fa volare il Club Italia dal 13-12 al 18-12. Le ospiti, trascinate da Bacchi, provano a rientrare sul 19-16 e si avvicinano ulteriormente sul 20-18; la reazione azzurra porta ancora la firma di Sarah Fahr, che mette a segno l’ace del 22-18. Pietrini si guadagna il match point (24-19) e dopo due chance annullate è Lubian a chiudere i conti con l’attacco del 25-21.

I commenti:
Massimo Bellano (all. Club Italia CRAI): “Fra i tre set di domenica scorsa a Cuneo e i primi due di oggi c’è un po’ tutta la differenza tra la squadra che non vorremmo essere e quella che dobbiamo diventare. La qualità dei primi due parziali è stata davvero ottima, poi nel terzo abbiamo rallentato un po’ troppo il ritmo e attaccato male, ma nel quarto abbiamo rimesso la partita sui giusti binari, pur non tornando più sui livelli iniziali”.
Elena Pietrini (Club Italia CRAI): “Sono molto contenta, abbiamo iniziato la gara alla grande e poi siamo state brave a ritrovarci dopo il passaggio a vuoto nel terzo set. La chiave è essere unite e giocare da squadra, anche in vista delle prossime due partite che saranno molto importanti”.

Club Italia CRAI-Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-1 (25-23, 25-18, 19-25, 25-21)
Club Italia CRAI:
Fucka ne, Malual, Morello 1, Lubian 11, Cortella, Pietrini 20, Omoruyi 10, De Bortoli (L), Tonello (L) ne, Turco, Fahr 12, Nwakalor 13, Mangani, Bulovic 1. All. Bellano.
Conad Olimpia Teodora Ravenna: Bacchi 11, Paris (L), Ceroni ne, Washington 9, D’Odorico 8, Aluigi 3, Scacchetti 4, Torcolacci ne, Menghi 9, Panetoni, Kajalina 5, Vallicelli ne. All. Angelini.
Arbitri: Serafin e Rossi.
Note: Spettatori 400 circa. Club Italia: battute vincenti 3, battute sbagliate 12, attacco 43%, ricezione 59%-46%, muri 8, errori 38. Ravenna: battute vincenti 6, battute sbagliate 8, attacco 34%, ricezione 51%-32%, muri 7, errori 26. 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4