Pallavolo Comunicato Federale del 14 settembre 2017_2

Pubblicato il 14/09/2017
14/09/2017
PALLAVOLO COMUNICATO FEDERALE DEL 14 settembre 2017 a cura dell’ufficio stampa Fipav
Grand Champions Cup – Domani si torna in campo; gli Azzurri affrontano il Giappone
La carovana della Grand Champions Cup si è trasferita da Nagoya ad Osaka dove si giocheranno le ultime tre giornate di questo equilibrato e spettacolare torneo. L’Italia alle 12.15 affronta nell’ultimo match della giornata il Giappone padrone di casa sino ad oggi l’unica squadra ancora a secco di vittorie. Il sestetto nipponico che è guidato dal giovane Yuki Ishikawa, protagonista da un paio di stagioni della nostra SuperLega, prima a Modena e poi a Latina, sino ad oggi ha mostrato degli spezzoni di gran gioco, senza raccogliere nemmeno un set, ma sarebbe sbagliato sottovalutare una squadra che quando si esibisce davanti al suo pubblico non si arrende mai.
Lo sa bene il ct Blengini, che ha ripetuto ad ogni occasione che il Giappone è una squadra in crescita e che è profondamente diverso da quello affrontato e battuto da Buti e compagni all’inizio della stagione nella Vesuvio Cup.
Il match sarà trasmesso in diretta streaming sul canale youtube della Fivb.
I risultati e il calendario
12 settembre Nagoya:  Francia-Brasile 0-3; Italia-Iran 2-3; Giappone-Stati Uniti 0-3.
13 settembre Nagoya: Brasile-Italia 2-3; Iran-Stati Uniti 3-2; Giappone-Francia 0-3.
Classifica: Iran 2v 4p; Brasile e Stati Uniti 1v 4p; Italia e Francia 1v 3p; Giappone 0v 0p.
15 settembre Osaka: ore 5.40 Iran-Brasile; ore 8.40 Francia-Stati Uniti; ore 12.15 Italia-Giappone.
16 settembre Osaka: ore 5.40 Stati Uniti-Brasile; ore 8.40 Francia-Italia; ore 12.15 Giappone-Iran.
17 settembre Osaka: ore 4.40 Italia-Stati Uniti, ore 7.40 Iran-Francia; ore 11.15 Giappone-Brasile.
Nota – Tutte le gare del torneo sono trasmesse in diretta streaming sul canale youtube della Fivb.

Massimo Colaci: “Oggi le partite si vincono con la battuta e la ricezione”
Campione silenzioso fuori campo, atleta di spessore tecnico e caratteriale dentro il terreno di gioco. Massimo Colaci ormai è una certezza della squadra tricolore ed anche ieri contro il Brasile il suo apporto è stato determinante per raggiungere la bella vittoria
“Sono molto contento per la prestazione di ieri, sia a livello personale che di squadra. Ma soprattutto sono soddisfatto perché abbiamo colto una vittoria importante contro una delle squadre più forti del mondo. E ci voleva per tutto l’ambiente e per il morale. Siamo consapevoli che non è abbastanza, che è solo una partita. Però abbiamo dimostrato che possiamo impensierire anche squadre di livello assoluto”.
In ricezione si è vista un’Italia ben disposto e abbastanza precisa
“Il Brasile ha battuto bene, ma noi abbiam tenuto quasi sempre in ricezione, anche se considerando il livello dei loro battitori è normale soffrire in alcune situazioni. Io lo dico sempre nella pallavolo moderna battuta e ricezione sono fondamentali. Chi vince il confronto in questi fondamentali poi vince la partita. Ieri siamo stati bravi a tenere. Adesso speriamo e vogliamo continuare così”.
Da quest’anno è impiegato come libero nella fase di ricezione e sino ad oggi le statistiche del torneo la vedono al primo posto
“Sinceramente non le ho guardate le statistiche, la cosa mi fa piacere. Quest’anno Chicco (Blengini ndr) ha scelto di usarmi nella fase di ricezione, ma a me va bene così. In passato ero dall’altra parte a Trento con Baretto (Andrea Bari ndr) facevo soltanto la difesa: per me non fa differenza, l’importante è essere di aiuto alla squadra, questa è la cosa più importante”.