CEV Cup: la Yamamay E-Work Busto Arsizio fa la voce grossa in Germania, 3-0 al Dresdner e ottavi di finale conquistati

Pubblicato il 06/12/2018
06/12/2018

La Yamamay E-Work Busto Arsizio si toglie dalle scarpe il sassolino Dresdner SC e conquista gli ottavi di finale della CEV Cup. Se nella partita di andata, disputata al PalaYamamay, le tedesche avevano reso difficile la vita alle farfalle e messo in dubbio la qualificazione al turno successivo, nel match di ritorno in Germania la superiorità del team italiano è netta e determina un successo per 3-0, in bilico solo nel primo set. Dopo aver vinto ai vantaggi il primo parziale con Grobelna e Gennari decisive, le bustocche infatti dominano la scena. Nel secondo game la pazzesca prestazione di Bonifacio a muro (5 nel parziale, 6 in totale) spiana la strada alla UYBA, mentre nel terzo, nonostante i cambi di coach Waibl, le ragazze di Marco Mencarelli giocano in fiducia e mostrano il meglio del proprio repertorio, chiudendo agevolmente il match. Oltre alla già citata Bonifacio (12 a tabellino), da segnalare la prova estremamente convincente di Grobelna, top scorer con 18 punti e il 49% offensivo, sempre ben innescata da una lucida Orro, brava a mandare in doppia cifra anche Herbots (11) e la sempre generosa Gennari (10). Ottimo il muro difesa biancorosso, con Leonardi protagonista di più di un recupero miracoloso, esaltando la squadra e la decina di tifosi Amici delle Farfalle sugli spalti.
Starting six. UYBA: Orro - Grobelna, Bonifacio - Berti, Gennari - Herbots, Leonardi libero. Dresdner: Von Romen - Stigrot, Mrdak - Planinsec, Radosova - Schwabe, libero Benson. Nel primo set la UYBA parte forte e il muro di Berti fa chiamare time-out a Waibl (5-10); anche Orro mura (5-11), mentre Stigrot e Schwabe tentano il recupero (9-12);Radosova e Stigrot ritrovano il pari (14-14 time-out Mencarelli), poi Radosova e Schwabe schiacciano sull'acceleratore e costringono la UYBA a fermare ancora il gioco (18-15). Berti torna a -1 sfruttando il servizio di Botezat, entrata in battuta, Gennari conferma (19-18), mentre Radosova in pipe trova il 20-18. Gennari e Bonifacio non mollano (22-21), Orro al servizio propizia il nuovo pari sul 22. Grobelna supera a muro (22-23), Stigrot regala il 22-24, ma Radosova e Schwabe annullano (24-24). Ai vantaggi implacabili Grobelna e Gennari (24-26).
Secondo set: le farfalle partono cariche con Gennari e Grobelna, a cui si aggiunge Berti che a muro fa chiamare tempo alle padrone di casa (0-4); la centrale passa anche in fast, Orro e Bonifacio murano alla grande (1-8), poi Radosova trova cambiopalla (2-8 dentro Mollers al palleggio). L'impatto della regista è buono e Mencarelli ferma il gioco (5-9), Mrdak mura il -3 (6-9), Radosova è scatenata da 4 e trova il -1 (8-9). Bonifacio con tre muri di fila ridà forza alla UYBA (7-12 tempo Dresdner), Gennari mura  sua volta il 7-13 e le farfalle volano (rientra Von Romen al palleggio). Grobelna tira a tutto braccio la doppietta dell'8-15, Herbots in pipe e da 4 porta al 13-19, di nuovo Grobelna da 2 inchioda il 13-20. Nel finale le farfalle amministrano, trovano il 17-24 con Grobelna e chiudono con Berti (17-25).
Terzo set: Dresda riparte con Wezorke per Mrdak e Segura in 4 (dentro per Radosova);  la spagnola si presenta con attacco ed ace per il primo 3-1; Gennari (doppietta) trova il pari sul 5 e tiene sempre incollata la UYBA (8-7), che riesce a sorpassare con i muri di Herbots e Orro (8-10 time-out tedesco); l'ace fortunoso di Von Romen rimette tutto in gioco (10-10), Bonifacio trova buoni spunti (12-13), Stigrot e Segura regalano il 12-15 con due errori in attacco. Herbots firma l'ace del 12-16 e fa chiamare tempo a Waibl, mentre Grobelna continua a martellare in attacco (15-18 e 16-19); Segura riporta sotto le sue (18-19), ma Herbots chiude il lungo ed importante scambio che porta al 18-20 (dentro anche Maase per le tedesche). Grobelna sfonda ancora da posto 1 (18-21), Bonifacio mura il 18-22, Herbots di forza mette a terra la doppietta del 19-24. Chiude Bonifacio con un potente attacco dal centro (20-25).

Marco Mencarelli: "Complimenti alle ragazze, che dopo la partita di andata hanno cambiato completamente regime di allenamento, entrando perfettamente nel clima di questo match di ritorno; non voglio dire che ciò sia andato a discapito della partita con Scandicci, dove abbiamo dimostrato di esserci, almeno per i primi due set, ma senza dubbio un pensiero ad oggi c'era. C'era perchè sapevamo che il Dresdner è una squadra forte, non da primo turno: a differenza della gara del Palayamamay, oggi siamo riusciti a sfruttare qualche loro limite. Nel primo set eravamo un po' contratti, soprattutto in ricezione, condizionati dal rendimento dell'andata, poi ci siamo sbloccati in tutti i fondamentali: era dunque un blocco mentale più che tecnico".

La Yamamay E-Work Busto Arsizio se la vedrà negli ottavi di finale con la vincente del confronto tra TJ Ostrava (Repubblica Ceca) e UVC Holding Graz (Austria): nell'incontro di andata le ceche si sono imposte con il punteggio di 3-2 (28-26, 16-25, 18-25, 25-15, 15-9), rimandando il verdetto alla gara di ritorno in programma giovedì 6 dicembre a Graz. Nell'andata degli ottavi, tra il 18 e il 20 dicembre, le bustocche giocheranno sicuramente in trasferta.

IL TABELLINO
DRESDNER SC - Yamamay e-work BUSTO ARSIZIO 0-3 (24-26, 17-25, 20-25) - DRESDNER SC: Von Romer 1, Stigrot 12, Radosova 11, Mrdak 4, Schwabe 8, Planinsec 2, Benson (L), Mollers 1, Maase 2, Weitzel. Non entrate: Petter, Korhonen (L). All. Waibl. Yamamay e-work BUSTO ARSIZIO: Herbots 11, Grobelna 18, Gennari 10, Orro 1, Bonifacio 12, Berti 7, Leonardi (L), Meijners, Botezat. Non entrate: Piani, Peruzzo, Cumino. All. Mencarelli. ARBITRI: Micevski, Rejaeyan. NOTE - Durata set: 27', 26', 25'; Tot: 78'.

LA FORMULA
La Cev Cup prevede turni a eliminazione diretta dai sedicesimi fino alla finale. Ogni confronto si disputa su gare di andata e ritorno e a passare il turno sarà la formazione che avrà guadagnato più punti nel doppio scontro (considerando che i risultati di 3-0 e 3-1 assegnano tre punti a chi vince e zero a chi perde, mentre il 3-2 assegna due punti a chi vince e uno a chi perde). 

LE DATE
Ottavi di finale: andata 18-20 dicembre, ritorno 22-24 gennaio
Quarti di finale: andata 5-7 febbraio, ritorno 12-14 febbraio
Semifinali: andata 26 febbraio, ritorno 5 marzo
Finale: andata 19 marzo, ritorno 26 marzo.

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4