Champions League maschile: la Lube conquista la finale, a Berlino incontrerà lo Zenit

Pubblicato il 11/04/2019
11/04/2019

La Cucine Lube Civitanova è per il secondo anno consecutivo e per la terza volta nella sua storia in Finale di Champions League. Con il 3-0 rifilato allo Skra Belchatow nella Semifinale di ritorno giocata di fronte agli oltre 3000 dell’Eurosuole Forum i biancorossi hanno guadagnato il pass per la kermesse finale di Berlino (18 maggio) dove già aspetta lo Zenit Kazan che ha eliminato Perugia nel pomeriggio, per un vero e proprio remake dell’atto conclusivo di un anno fa.
La gara ha visto una Cucine Lube subito determinata a chiudere il discorso con un super Juantorena in attacco (100% nel primo set, 80% nel secondo), Leal devastante al servizio (4 ace) e Stankovic MVP (10 punti, 100% in attacco, 2 muri). Vinto il secondo set, coach De Giorgi lascia lentamente spazio al resto della rosa mentre Piazza cambia completamente squadra sin dal primo punto: ne viene fuori un set equilibrato vinto in volata dai cucinieri che restano così imbattuti in Champions League (10 su 10).

La Sir Colussi Sicoma Perugia lotta con grande cuore e determinazione a Kazan nel ritorno della Semifinale di Champions League contro i padroni di casa dello Zenit che si impongono, dopo quattro tiratissimi set, 3-1 e staccano il biglietto per la finale di Berlino. Due ore di grande volley, come nel match d’andata, con Perugia che va avanti vincendo la prima frazione. Poi è punto a punto infinito, con Kazan che prende piano piano campo appoggiandosi sulle spalle possenti di Mikhailov (18 punti alla fine per l’opposto russo) e con Perugia che non molla di una centimetro trascinata da un super Atanasijevic (24 palloni vincenti per il serbo con il 67% in attacco. 

 

Cucine Lube Civitanova - PGE Skra Belchatow 3-0 (25-15, 25-20, 27-25)
Cucine Lube Civitanova: Sokolov 10, Kovar 4, D'Hulst 0, Marchisio (L), Juantorena Portuondo 12, Massari 3, Stankovic 10, Leal Hidalgo 11, Cantagalli 1, Simon Aties 7, Mossa De Rezende 2, Balaso (L). N.E. Diamantini, Cester. All. De Giorgi.
PGE Skra Belchatow: Droszynski 0, Wlazly 11, Teppan 0, Klos 2, Kochanowski 2, Katic 4, Czarnoeski 1, Milczarek (L), Ebadipour Ghara 9, Szalpuk 6, Fiel Rodriguez 2, Lomacz 0, Piechocki (L), Orczyk 3. All. Piazza.
Arbitri: Cambré, Szabo.
Durata set: 22', 26', 28'; tot: 76'.

Zenit Kazan - Sir Colussi Sicoma Perugia 3-1 (22-25, 25-23, 25-23, 26-24)
Zenit Kazan: Anderson 13, Surmachevskiy 0, Volvich 8, Alekseev 0, Ngapeth 14, Butko 5, Samoylenko 7, Verbov (L), Mikhailov 17. N.E. Alekno, Likhosherstov, Kononov, Krotkov, Spiridonov. All. Alekno.
Sir Sicoma Perugia: Piccinelli (L), Ricci 8, Hoag 0, Seif 0, Leon Venero 18, Lanza 4, Berger 2, Colaci (L), Atanasijevic 24, De Cecco 4, Podrascanin 11. N.E. Hoogendoorn, Della Lunga, Galassi. All. Bernardi.
Arbitri: Collados, Adler.
Durata: 28', 30', 29', 35'; tot: 122'.

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4