Coppe europee femminili: I risultati delle squadre italiane

Publicato il

Una serata assolutamente da ricordare per le squadre italiane femminili impegnate nelle competizioni CEV. Con due prestazioni maiuscole, Milano e Scandicci si impongono con autorità contro le finaliste dell'ultima CEV Champions League, il VakifBank e l'Eczacibasi. Con loro, festeggia anche Conegliano, che espugna Resovia e insieme alle altre consorelle blinda il primo posto con tre successi in altrettante partite. In CEV Cup, tutto facile per Chieri, che in un'ora supera il Lajkovac nella gara d'andata degli ottavi.

L’Allianz Vero Volley Milano si regala una serata da sogno alla VakifBank Spor Sarayi, sconfiggendo le padrone di casa del VakifBank Istanbul con un netto 0-3 (17-25; 17-25; 16-25). Un match condotto dalle ospiti dall’inizio alla fine e durato poco più di un’ora, grazie ad una grande prova di squadra delle ragazze di coach Gaspari, che si sono prese d'autorità la prima posizione della Pool A in CEV Champions League, con 9 punti, proprio contro le campionesse in carica. È ancora Paola Egonu la protagonista della notte europea, MVP grazie ai suoi 21 punti, chiudono in doppia cifra anche Dana Rettke e Nika Daalderop.

Il tabellino
VakifBank Istanbul – Allianz Vero Volley Milano 0-3 (17-25; 17-25; 16-25)

VakifBank Istanbul: Frantti 1, Ozbay, Aykac (L), Ogbogu, Gabi 7, Busa 2, Kurutasu, Gunes 4, Van Aalen, Akbay, Thompson 14 N.E.: Bascan, Demirel, Acar (L) All. Guidetti
Allianz Vero Volley Milano: Cazaute, Malual 1, Heyrman 6, Orro 1, Rettke 10, Sylla 7, Egonu 21, Daalderop 10, Castillo (L) N.E.: Prandi, Pusic (L), Candi All. Gaspari
Arbitri: Aleksandar Vinaliev (Bul), Igor Schimpl (Svk)
Durata set: 21′, 22′, 21′ Tot: 1h4′

Una notte da ricordare per la Savino Del Bene Scandicci che nello scontro diretto per la testa della Pool B di CEV Champions League supera in quattro set l'Eczacibasi Dynavit Istanbul, vice campione d'Europa. Dopo aver dominato la prima frazione, la squadra di coach Barbolini perde al fotofinish la seconda, con le turche che sembrano spostare l'inerzia dalla loro parte. Ma un grande finale di terzo set riconsegna il vantaggio alle toscane, che poi non tremano e chiudono la contesa ancora dimostrandosi più lucide nei punti conclusivi. Grande serata per Antropova, top scorer con 24 punti, in doppia cifra anche Zhu (15) e Herbots (11). Non bastano i 21 punti di Boskovic alla squadra di Akbas per portare la sfida almeno al tie-break.

Il tabellino
Savino Del Bene Scandicci – Eczacıbaşı Dynavit Istanbul: 3-1 (25-14, 25-27, 27-25, 25-23)

Savino Del Bene Scandicci: Alberti n.e., Herbots 14, Zhu Ting 18, Ruddins n.e., Di Iulio, Villani n.e., Ognjenovic 2, Parrocchiale (L1), Armini (L2) n.e., Nwakalor 2, Washington 2, Carol 11, Antropova 32, Diop. All.: Barbolini M.
Eczacıbaşı Dynavit Istanbul: Özel n.e. (L2), Akoz (L1), Boskovic 28, Arıcı 1, Baladi̇n 11, Güveli̇ n.e., Gray, Erkek, Akyol 3, Şahin 5, Stevanovic 5, Voronkova 9, Czyrnianska 1, Jack-Kisal 4. All.: Akbas F.
Arbitri: Pedro Lopes Pinto (POR) – Sabina Witte (GER)
Durata: 23′, 30′, 32′, 33′

Sembrava in discesa la serata europea dell'A.Carraro Imoco Conegliano, dopo il doppio 15-25 con cui era iniziata la sfida contro il Developres Resovia. Ma la CEV Champions League non è una competizione da sottovalutare, e infatti le polacche sono tornate sul taraflex con molta più grinta e voglia nel terzo set, riuscendo ad imporsi e a rimettere in equilibrio la sfida. La frazione dà coraggio alle ragazze di coach Antiga, che ripartono forte anche nel quarto parziale, con Coneo (15 punti) e Kalandadze (14) a mettere in difficoltà le pantere. Ma nel momento di difficoltà, ecco la solita Haak, MVP con 28 punti, 2 muri e 2 aces, che nel momento del bisogno sale in cattedra, insieme ad una Lanier da 18 punti, e permette alla squadra di coach Santarelli di confermare la prima posizione nella Pool D.

Il tabellino
​Developres Resovia – A.Carraro Imoco​ Conegliano 1-3 (15-25,15-25,25-17,26-28)

Developres Resovia: Makarowska 3, Da Silva, Wenerska 1, Centka 7, Szczyglowska, Szlagowska 1, Coneo 15, Kubas ne, Kalandadze 14, Kowalska 1, Jurczyk 1, Orvosova 15, Obiata 5 .All.Antiga
A.Carraro Imoco: Wolosz, Haak 28, Plummer ne, Robinson Cook 11, Fahr 6, Squarcini, De Gennaro, Gennari, De Kruijf 9, Lanier 18, Bugg 3, Bardaro, Lubian, Piani ne. All.Santarelli.
Arbitri: Machil (Spa) e Akinci (Tur)
Durata set: 23′,21′,23′,31′

11-25, 12-25, 13-15: in un’ora tonda tonda di gioco la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 si aggiudica l’andata degli ottavi di finale della CEV Cup, imponendosi con una convincente prova di forza in Serbia in casa dello Zeleznicar Lajkovac. Le statistiche finali confermano la superiorità di Chieri, con un netto predominio nei fondamentali di prima linea dell’attacco (20%-47%) e del muro (2-14). A livello individuale la miglior realizzatrice è capitan Grobelna che con 14 punti si merita anche il premio di MVP. In doppia cifra pure Kingdon (11), Omoruyi (10) e Zakchaiou (10, di cui 5 a muro). Il ritorno degli ottavi si giocherà giovedì 7 dicembre (ore 20) al Pala Gianni Asti di Torino. Chi passa il turno affronterà una fra il Grupa Azoty Chemik Police e il BKS Bostik ZGO Bielsko-Biala. Nell’incontro d’andata del loro ottavo le polacche hanno superato 3-0 le bielorusse.

Il tabellino

Zeleznicar Lajkovac-Reale Mutua Fenera Chieri ’76 0-3 (11-25; 12-25; 13-25)
ZELEZNICAR LAJKOVAC: Zakic 1, Zelezovic 4, Filipovic 7, Markovic 3, Terrell 5, Tomic 4; Pakic (L); Mina Stojanovic, Stanojevic, Milojevic, Kostadinovic 2, Bozic, Ana Stojanovic (2L). All. Kovacevic.
REALE MUTUA FENERA CHIERI ’76: Malinov 4, Grobelna 14, Zakchaiou 10, Weitzel 6, Kingdon 11, Omoruyi 10; Spirito (L); Morello, Anthouli 3, Skinner 1.
N. e. Grey, Kone, Papa, Rolando (2L). All. Bregoli; 2° Daglio.
ARBITRI: Grabovsky (Repubblica Ceca) e Aghayev (Azerbaigian).
NOTE: durata set: 19′, 20′, 21′.