Coppe europee maschili: vittorie per Civitanova e Piacenza in CEV Champions League

Publicato il

VK LVI PRAHA-CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3 (22-25, 17-25, 23-25)
La Cucine Lube Civitanova rinfresca la tradizione favorevole contro le squadre della Cechia. All’Arena Sparta Podvinny Mlyn (UNYP Arena) gli uomini di Chicco Blengini hanno piegato in tre set (22-25, 17-25, 23-25) i padroni di casa del VK Lvi Praha nel 2° turno della Pool E, prendendosi la vetta solitaria del raggruppamento di CEV Champions League 2024.

Dopo un primo set piuttosto sofferto e vinto grazie anche all’innesto di Mattia Bottolo, Civitanova ha trovato le contromisure dominando in attacco con una grande accelerazione di Yant nel secondo parziale, per poi vincere il braccio di ferro in un terzo atto più equilibrato e dal finale thrilling. Si è trattato di un impressionante en plein di 11 successi su altrettanti incontri con le formazioni ceche, di cui 6 ottenuti in trasferta.

Il premio di MVP è andato a Luciano De Cecco per la gestione dei palloni, mentre Yant ha chiuso da top scorer con 17 punti (un secondo set strepitoso con il 100% in attacco e 9 sigilli), una positività del 65%, 1 ace e 3 block. Prolifico anche Adis Lagumdzija con 16 punti (65%, 2 ace e 1 muro). Risolutivo a portare equilibrio l’ingresso di un motivato Mattia Bottolo. Sul fronte opposto ha chiuso in doppia cifra il solo Mc Carthy (14) ben imbeccato dall’ottimo Janouch.

LE DICHIARAZIONI
GIANLORENZO BLENGINI (allenatore): “Risultato importante, contro una squadra che gioca bene. Lo sapevamo e i ragazzi sono stati bravi a non farsi sorprendere. Bravi soprattutto a evitare il nervosismo, a non perdere la lucidità nel grande momento difficile nel primo set, quando ad un certo punto non riuscivamo proprio a trovare il cambio palla. Dopo quel frangente siamo riusciti ad avere una buona continuità in generale, costruendo tante possibilità di contrattacco sia con il lavoro del muro che con le difese. Dopo il 2-0 nel computo dei set, nel terzo c’è stato un finale un po’ incerto, ma nel complesso la squadra ha assolutamente meritato di portare a casa la vittoria”.

MARLON YANT: E’ stata una partita difficile a dispetto del risultato finale, perché loro sono comunque una buona squadra. L’obiettivo era di tornare a casa col bottino pieno, direi che lo abbiamo conseguito con pieno merito. Siamo stati bravi a mantenere la calma dopo un primo parziale balbettante, da lì in poi abbiamo pigiato sull’acceleratore e tutto è stato più facile. Ora testa alla sfida di domenica prossima in campionato con Trento”.

LUCIANO DE CECCO: Siamo partiti un po’ al rallentatore, e questo mi ha fatto arrabbiare, perché nessuna sfida va sottovalutata. Poi però siamo stati bravi a trovare immediatamente la strada giusta, quindi va bene così, anche se c’è la consapevolezza che dobbiamo ancora migliorare. Sono contento del titolo di MVP della gara, ma la cosa più importante è la prestazione della squadra e soprattutto la vittoria”.

IL TABELLINO
VK LVI PRAHA-CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3 (22-25, 17-25, 23-25)
VK LVI PRAHA
: Tlaskal (L) ne, Estrada Mazorra 2, Cech 2, Vodicka 2, Krca ne, Monik (L), Tibitanzl ne, Schouten 7, Mc Carthy 14, Thiel, Crer 7, Kollator 2, Janouch 1, Madsen 6. All. Barrial.
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Chinenyeze 7, Thelle, Motzo 1, Balaso L, Lagumdzija 16, Nikolov, Diamantini, De Cecco 4, Bottolo 6, Yant 17, Bisotto (L) ne, Zaytsev ne, Anzani 4, Larizza ne. All. Blengini.
ARBITRI: Rogic (SRB), Van Zanten (NED)
DURATA SET: 28’, 23’, 32’.
PRAHA: battute sbagliate 12, ace 3, muri 4, attacco 47%, ricezione 46% (29% perfette).
CIVITANOVA: battute sbagliate 14, ace 5, muri 7, attacco 59%, ricezione 46% (27% perfette).
MVP: De Cecco.

(Ufficio Stampa Cucine Lube Civitanova)


SPORT LISBOA E BENFICA-GAS SALES DAIKO PIACENZA 1-3 (21-25, 23-25, 25-22, 23-25)
La prima vittoria in Cev Champions League per Gas Sales Daiko Piacenza è arrivata alla seconda giornata della manifestazione. In trasferta al Palazzetto dello Sport Pavilhao Fidelidade di Lisbona. E’ stata una vittoria storica, la prima nella massima manifestazione europea per club alla quale la formazione biancorossa partecipa per la prima volta nella sua breve storia di cinque anni.

Ieri sera la Gas Sales Daiko Piacenza ha vinto a Lisbona, in Portogallo, su un campo tradizionalmente ostico un po’ per tutte le formazioni che ci vanno a giocare, vincendo lo scontro tra le due formazioni che nella Pool C erano ferme a zero punti in classifica.

Recine è in campo in posto 4 con Lucarelli con Leal seduto in panchina, Brizard e Gironi in diagonale, Ricci e Simon al centro mentre Scanferla il libero. Un super Lucarelli ha chiuso il primo set con l’83% in attacco e 10 punti su 12 attacchi, un parziale sempre controllato dai biancorossi che solo intorno a quota 20 si sono visti gli avversari a due lunghezze (19-21) per poi allungare e chiudere con Lucarelli.

Nel secondo set Recine salta tanto e mette il piede nella rete, cade male con la schiena ed esce, dentro Leal. Il parziale è stato più equilibrato, a quota 12 Piacenza ha cercato l’allungo, l’ace di Gironi è valso il più 1 (12-13) poco dopo quello di Simon è valso invece il più 3 (14-17), due errori di Gas Sales Daiko Piacenza è si è andati in parità a quota 18. Benfica ha messo la freccia (19-18), Caneschi ha pareggiato i conti. Il vantaggio biancorosso è arrivato con Leal a muro (21-22), la pipe di Lucarelli ha portato due set point ai suoi (22-24), sulla battuta in rete dei portoghesi, mandando Piacenza sul 2-0 in fatto di set.

Sempre a ricorrere Piacenza nel terzo set quando i padroni di casa si sono trovati avanti diverse volte anche di cinque lunghezze (10-5, 11-6, 12-7 e 14-9), la lunga riconcorsa è sembrata cosa fatta (21-20), ma dopo tre set point, il Benfica (24-21) ha chiuso il set alla seconda occasione.

L’ace di Simon ha portato due punti di vantaggio ai suoi (7-9) ma a quota 9 si è tornati in parità. È stato braccio di ferro tra le due squadre, il muro di Brizard è valso il break di più 2 (15-17), un ace di Simon e una pipe di Leal, hanno fissato il risultato sul 18-22. Tante le pause per problemi al tavolo dei refertisti, Benfica si è portata ad una lunghezza con un ace (22-23), lungo scambio chiuso dai padroni di casa (23 pari), match ball biancorosso con Leal (23-24), si è chiuso sull’attacco out di Lucas Gaspar.

Il 3-1 ottenuto al Pavilhao Fidelidade contro i portoghesi consente quindi ai biancorossi di avvicinare chi sta là davanti in classifica della Pool C, ora ad una sola lunghezza da Berlino, prossimo avversario il 13 dicembre al PalabancaSport e due da Ankara.

Andrea Anastasi (allenatore): “Non abbiamo giocato bene in diversi frangenti della gara, abbiamo commesso troppi errori ma l’importante era vincere”.

Antoine Brizard: “E’ stata una partita molto difficile e tirata, sapevamo che poteva essere così, l’importante era vincere e questo lo abbiamo fatto”.

IL TABELLINO
SPORT LISBOA E BENFICA-GAS SALES DAIKO PIACENZA 1-3 (21-25, 23-25, 25-22, 23-25)

SPORT LISBOA E BENFICA: Da Silva 1, Ryuma 13, Eshenko 7, Lucas Gaspar 11, Ventura Machado 17, Santos Luca 1, Casas (L), Raphal Thiago 1, Westermann, Marques 1, Wohlfahrtstatter 3. Ne: Bernardo (L), Banderò, Brito. All. Matz.
GAS SALES DAIKO PIACENZA: Simon 17, Brizard 5, Lucarelli 20, Ricci 2, Gironi 7, Recine 4, Scanferla (L), Dias, Leal 13, Caneschi 4, Andringa. Ne: Hoffer (L), Alonso. All. Anastasi.
ARBITRI: Michlic (Austria), Fernandez Fentes (Spagna).
DURATA SET: 27’, 31’, 27’, 36’.
SPORT LISBOA E BENFICA: battute sbagliate 15, ace 3, muri punto 3, errori in attacco 7, ricezione 51% (26% perfetta), attacco 53%.
GAS SALES DAIKO PIACENZA: battute sbagliate 24, ace 7, muri punto 6, errori in attacco 13, ricezione 49% (21% perfetta), attacco 57%.
MVP: Antoine Brizard.

(Ufficio Stampa Gas Sales Daiko Piacenza)


Gas Sales Daiko Piacenza. In copertina la Cucine Lube Civitanova