| | | |

Europei 2023 Femminili: riunione in CEV per i paesi co-organizzatori

Pubblicato il 06/05/2022
06/05/2022
In Aggiornamento: 

Con ancora nella mente il successo dei Campionati Europei 2021, quando la finale femminile tra Italia e Serbia ha stabilito a Belgrado il record di presenze (20.565 spettatori), si è tenuto oggi in Lussemburgo un meeting di preparazione per l’Europeo 2023 femminile, che vedrà tra i paesi co-organizzatori anche l'Italia, oltre a Belgio, Estonia e Germania.  

Il vice presidente senior Renato Arena, gli uffici competenti della Cev e i rappresentanti dei quattro paesi ospitanti si sono riuniti presso la "casa della pallavolo europea" per iniziare a lavorare insieme sull'organizzazione della massima competizione femminile a livello continentale.

Nel corso dell’incontro è emersa la volontà di migliorare gli ottimi dati registrati in concomitanza con il nuovo format, introdotto nel 2019: la prima edizione disputata in quattro paesi con 24 squadre partecipanti. Un successo confermato anche dalla rassegna continentale del 2021, nonostante le problematiche legate al Covid-19.

Le parti coinvolte hanno definito la strategia per promuovere l’Europeo 2023, anche ben prima del termine delle qualificazioni a EuroVolley 2023, previste per la fine dell'anno.
Unanime è stato il proposito di lavorare come un’unica squadra per elevare ulteriormente il profilo dell'evento e far vivere un clima di festa ai giocatori, ai tifosi e a tutti gli altri stakeholder della famiglia del volley.

Al meeting la Federazione Italiana Pallavolo è stata rappresentata dal presidente Giuseppe Manfredi, dal segretario generale Stefano Bellotti e dal general manager delle nazionali azzurre Libenzio Conti.

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4

Importanza 5

2021, Designed & Developed by GEB Software. All Rights Reserved.