| | | |

Mondiale Femminile: secondo successo azzurro, 3-0 a Porto Rico

Pubblicato il 26/09/2022
26/09/2022
In Aggiornamento: 

Arnhem (Olanda). Nel Campionato del Mondo 2022 è arrivata la seconda vittoria per la nazionale italiana femminile, 3-0 (28-26, 25-21, 26-24) al Porto Rico. Rispetto alla prima sfida contro il Camerun, le azzurre hanno dovuto faticare molto di più e ogni set è stato combattuto. Domani le azzurre torneranno in campo contro il Belgio: ore 18 diretta RAI 2, SKY Sport 1 e SKY Sport Arena. 
Contro la squadra caraibica la migliore marcatrice azzurra è stata Paola Egonu con 18 punti, seguita da Elena Pietrini a quota 15, bene Caterina Bosetti a muro (4). L'italia è stata superiore a muro rispetto alle avversarie (12 a 7), mentre in battuta non ha realizzato alcun ace, contro i 6 di Porto Rico. 
Nella formazione iniziale Mazzanti ha operato diverso cambi rispetto al match contro il Camerun, dentro Malinov per orro, Pietrini per Sylla e Lubian al posto di Chirichella. Confermate, invece, Danesi al centro, Bosetti in banda, Egonu opposto e libero De Gennaro. 
Il  primo set ha visto le azzurre faticare a ingranare e Porto Rico ne ha approfittato (8-8). L'Italia ha provato più volte ad allungare (12-10), ma non è riuscita a trovare un ritmo costante e il parziale è rimasto in equilibrio (16-16). Pietrini ed Egonu hanno spinto avanti le compagne (22-20), poi le campionesse d'Europa si sono portate sul  (24-22). Le ragazze di Mazzanti hanno sciupato le due palle set (24-24), mancando l'opportunità di chiudere anche sul (25-24). Le caraibiche a loro volta hanno mancato la chance di vincere la frazione (25-26) e le campionesse d'Europa si sono imposte (28-26).
La nazionale tricolore nel secondo parziale ha dato l'impressione di comandare il gioco (11-8) e hanno gestito il vantaggio fin sul (14-11). Le azioni successive, però, hanno ribaltato completamente l'andamento del set (14-14). Le azzurre hanno commesso una lunga serie di errori e le caraibiche hanno preso coraggio (14-17). Mazzanti ha risposto inserendo Orro e Nwakalor per Malinov ed Egonu, l'Italia ha perso ulteriormente terreno (14-19), poi ha dato segnali di crescita (17-21). Punto dopo punto Bosetti (3 i muri messi a segno) e compagne hanno dato vita a una perentoria rimonta e Porto Rico si è dovuto arrendere (25-21).
Anche nel terzo parziale il Porto Rico si è dimostrato combattivo, allungando (11-13). La nazionale italiana ha sofferto a  lungo ed è scivolata sotto anche (17-21). Nel finale Pietrini e compagne hanno dato vita a una perentoria rimonta (23-23) e dopo aver annullato la palla set alle avversare (23-24), l'hanno spuntata (26-24).

DAVIDE MAZZANTI: "È stata una partita molto faticosa, abbiamo incontrato delle difficoltà nelle letture e a dar qualità al nostro gioco. Eravamo spesso in ritardo nella fase di cambio palla e anche in quella break. Le ragazze sono state molto brave a recuperare nei finali di set, quando eravamo sotto nel punteggio. Questo ha fatto la differenza per vincere la partita.
A questo livello appena non giochi al tuo massimo e lasci un po' di spazio, poi le squadre avversarie prendono magari coraggio, come questa sera, in attacco e in battuta. Quando una formazione è in fiducia le cose cambiano e diventa difficile ribaltare la situazione. Queste gare sapevamo che erano fondamentali per trovare il nostro ritmo, dobbiamo crescere  già a partire da domani."

OFELIA MALINOV: "E' stata una partita tosta, ci hanno messo in difficoltà, ma la cosa positiva è che la squadra non si è mai arresa e in ogni set ha trovato la forza di reagire. Pur nelle difficoltà si è visto il carattere e la voglia di vincere del gruppo. Quando imponiamo il nostro gioco facciamo la differenza, lo si è visto nel finale di gara. Alla fine dobbiamo far tesoro di queste difficoltà, perchè magari quando arriveranno le partite più dure dove ci troveremo nelle stesse situazioni, si cresce passando anche da questi momenti.
L'emozione c'è sempre, all'inizio è normale, soprattutto quando si debutta in una competizione come il Mondiale. Domani ci aspetta una gara non facile contro il Belgio, non dobbiamo pensare tanto a limitare gli avversari, quanto concentrarci su noi stesse e salire di livello. Sarà importante fare questo per evitare di complicare l'andamento delle partite."

ELENA PIETRINI: "Le mie sensazioni sono buone, anche se nel corso della gara abbiamo calato l'attenzione in alcune fasi dei set. Siamo state brave a non perdere la testa e a trovare la forza di rimontare. Qualsiasi squadra se abbassi la concentrazione diventa tosta. Ero curiosa di vedere come mi sarei comportata in campo, dopo quasi due mesi che non disputavo una partita, per questo ho avvertito un po' d'agitazione. Posso giocare meglio, però sono contenta per il successo della squadra che è la cosa più importante."

Le INTERVISTE
Ofelia Malinov 

Elene Pietrini

Tabellino: ITALIA - PORTO RICO 3-0 (28-26, 25-21, 26-24)

ITALIA: Malinov 2, Bosetti 10, Lubian 8, Egonu 18, Pietrini 15, Danesi 6, De Gennaro (L). Orro, Nwakalor 1. N.e: Gennari, Sylla, Chirichella, Bonifacio, Fersino. All. Mazzanti
PORTO RICO: Reyes 4, Valentin 1, Ocasio 3, Ortiz 7, Abercrombie 17, Enright 9, Venegas (L). Santos 1, Collazo 1, Victoria 2. N.e: Rojas, Nogueras, Hernandez, Velez. All. Morales 
Arbitri: Ortiz (Dom) e Ziling (Cin).
Durata Set: 27', 28', 26'. 
Italia: 0 a, 12 bs, 12 mv, 31 et.
Porto Rico: 6 a, 7 bs, 7 mv, 20 et.

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4

Importanza 5

2021, Designed & Developed by GEB Software. All Rights Reserved.