Mondiali Femminili 2018: domani Italia-Cina, in palio c’è l’accesso in finale

Pubblicato il 18/10/2018
18/10/2018

Yokohama. È finito il tempo dell’attesa per la nazionale italiana femminile che domani alle ore 9.10 (diretta su RaiDue) scenderà in campo alla Yokohama Arena contro la Cina per la semifinale del Campionato Mondiale 2018. Dopo lo splendido cammino compiuto nell’arco delle ultime settimane (10 successi e 1sola sconfitta), le ragazze di Davide Mazzanti sono chiamate a disputare un’altra grande gara per superare le campionesse olimpiche cinesi.        
Negli ultimi anni infatti la formazione asiatica, numero uno indiscussa del ranking internazionale, ha ottenuto una serie impressionante di risultati, tra i quali spiccano: argento al Mondiale 2014, vittoria della World Cup 2015, oro ai Giochi olimpici di Rio 2016 e primo posto alla Grand Champions Cup 2017.           
Le azzurre, comunque, hanno dalla loro una striscia di cinque vittorie consecutive contro le cinesi, iniziata nel 2017 con le vittorie nel Grand Prix a Macao e soprattutto nella semifinale di Nanchino: una tra le più belle gare disputate dell’Italia targata Davide Mazzanti.           
Quest’anno, invece, tre i successi ottenuti da Chirichella e compagne in altrettanti confronti: a Hong Kong nella Vnl, nel torneo di Montreux e l’ultimo datato 4 ottobre nella prima fase del Mondiale a Sapporo.
A raccontare il clima che si respira in casa azzurra è Myriam Sylla, una delle grandi protagoniste del torneo iridato 2018: “Tutte noi siamo molto tese e cariche, ci aspetta secondo me una gara ancora più al cardiopalma di quella con il Giappone. Contro le padrone di casa ci siamo giocate l’accesso in semifinale, mentre domani ci giochiamo l’opportunità di portare a casa una grande medaglia.
Conosciamo bene la Cina, è una squadra che nelle partite importanti ha sbagliato poche volte e lo dimostrano le tante vittorie ottenute negli ultimi anni.     
Mi aspetto una gara molto diversa da quella di Sapporo, memori della sconfitta loro cercheranno di partire forte, ma noi dovremo essere brave a spingere ancora di più. Vogliamo entrare in finale a tutti i costi”.          
“Sono sicura che io e le mie compagne - prosegue Sylla - tireremo fuori tutta la nostra grinta, quando in alcuni momenti si va in difficoltà è fondamentale sopperire le tue mancanze con il carattere e il giusto atteggiamento. Il mio è stato un anno veramente particolare, ho subito diversi infortuni e prima ancora la vicenda del doping, non avrei mai pensato dodici mesi fa di vivere un Mondiale da protagonista. Ogni giorno andavo a letto e dicevo chissà se ce la farò, chissà se riuscirò ad andare in Giappone. Essere qui è una grande soddisfazione, però adesso non bisogna assolutamente accontentarsi, c’è da completare l’opera”.    
“Siamo molto felici che dall’Italia tantissime persone ci stiano seguendo con grande passione - conclude Myriam - Anche a migliaia di chilometri di distanza il tifo si sente e spero continui così perché ne abbiamo bisogno”.    
In vista della semifinale oggi le azzurre hanno sostenuto un allenamento di tecnica alla Yokohama Arena e in serata l’analisi video delle avversarie.          
Domani ad aprire il programma delle partite sarà la semifinale tra Olanda e Serbia (ore 6.40 diretta su RaiDue), mentre alle ore 12.20 è in programma la finale 5°-6° posto tra Giappone e Stati Uniti.

CALENDARIO - FASE FINALE (19-20 ottobre, Yokohama)

19 ottobre: ore 6.40 semifinale Olanda-Serbia (diretta su RaiDue); ore 9.10 semifinale Italia-Cina (diretta RaiDue); ore 12.20 Finale 5°-6° posto Giappone-Stati Uniti.          
20 ottobre: ore 10.20 Finale 3°-4° posto; ore 12.40 Finale 1°-2° posto.    

Orari di gioco italiani  

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4