A Trento la nazionale italiana femminile di sitting volley supera 3-1 la Slovenia

Pubblicato il 11/02/2018
11/02/2018

Al PalaTrento risplendono i sorrisi delle ragazze della nazionale italiana femminile di sitting volley. Il 2018 della rappresentativa azzurra della pallavolo paralimpica si è aperto nel migliore dei modi, con una vittoria in amichevole contro la Slovenia per 3-1 (25-13, 25-22, 21-25, 15-10) a conclusione della quattro giorni di stage e di lavoro svolta a Trento. Davanti ad oltre 500 spettatori accorsi per l'occasione le azzurre di Amauri Ribeiro si sono imposte sulle slovene al termine di una partita intensa e spettacolare. Un match che l'Italia si era aggiudicata già vincendo i primi due dei tre parziali in programma questo pomeriggio al PalaTrento, prima di cedere nel terzo e di riuscire poi a fare proprio anche un ulteriore quarto parziale a tie-break di allenamento. Una partita importante sia dal punto di vista sociale, con una prima volta del sitting volley in un contesto come quello del PalaTrento capace di attirare un buonissimo pubblico voglioso di conoscere meglio il sitting volley, ma anche sportivo. In quanto questa partita rappresentava la prima dopo gli Europei dello scorso mese di novembre per la truppa azzurra, un match utilissimo per rompere il ghiaccio verso le qualificazioni ai Mondiali di sitting volley in programma a marzo, nella settimana di Pasqua, in Corea del Sud che metterà in palio i 16 pass per i Mondiali in programma a luglio in Olanda. Partita speciale quindi per molte ragazze quella di oggi, a partire da Francesca Bosio la schiacciatrice trentina che ha avuto la possibilità di giocare nel palasport della propria città con la maglia azzurra addosso. Il programma di questa giornata si è svolto nel migliore dei modi: grazie alla ottima collaborazione fra il Comitato Regionale Fipav del Trentino e la Trentino Volley l'impianto è stato preparato ad hoc ed i tempi sono stati rispettati in pieno per cedere il testimone al big match di SuperLega fra Diatec e Wixo Lpr Piacenza.

LA PARTITA
In avvio il ct azzurro Amauri Ribeiro opta per un sestetto con Aringhieri, Battaglia, Bellandi, Bosio, Desini e Biasi. Il primo parziale vede i due sestetti restare a stretto contatto nelle prime battute (13-12), finché nella parte finale del parziale un turno in battuta di Bosio non spinge le azzurre a chiudere con un rotondo 25-13. Nel secondo set il canovaccio della gara cambia, con Italia e Slovenia che giocano palla su palla dal primo all'ultimo punto. Grazie ad un ottimo uso della battuta ed a qualche errore in meno rispetto alle slovene, nel finale, sono le azzurre a trovare l'allungo vincente. Vinta per 2-0, quindi, la partita si gioca come previsto anche il terzo set nel quale fra allunghi e contro allunghi i due sestetti continuano a viaggiare a stretto contatto come nel precedente parziale. Salvo poi vedere un finale diverso, nel quale questa volta sono le slovene a trovare l'allungo vincente. I due ct, Bosic ed Amauri Ribeiro, decidono quindi di disputare un ulteriore tie-break di allenamento. Parziale che vede l'equilibrio regnare fino al 10-9, quando Bosio in battuta ed un paio di errori sloveni non spianano la strada alle azzurre. A fine partita visita molto speciale per la squadra slovena, con il centrale – anch'esso sloveno – della Trentino Volley Jan Kozamernik che ha voluto incontrare le proprie connazionali e fare loro un “in bocca al lupo”.

I COMMENTI POST PARTITA
Amauri Ribeiro, ct azzurro:
“Per noi stato importante rompere il ghiaccio quest'anno con le partite contro una squadra molto forte come la Slovenia. Anche se sono una nazionale nel mezzo di un ricambio generazionale restano una delle migliori in Europa e per crescere giocare contro le squadre forti è importanti. Questo era un primo passo, adesso dobbiamo continuare a lavorare al massimo per preparare al meglio le qualificazioni ai Mondiali che giocheremo a fine marzo in Corea del sud”.

Giulia Aringhieri: “Diverse ragazze di noi in questi mesi si sono allenate nelle rispettive squadre di club, ma certamente avere l'occasione di trovarsi e giocare insieme tutte quante è stato molto importante. Quindi questo periodo di lavoro qui a Trento è stato davvero molto prezioso. Questo per noi sarà un anno molto importante, perché affronteremo un ostacolo grande come le qualificazioni ai Mondiali che si terranno a luglio in Olanda. È un obiettivo che vogliamo tutte con grande forza”.

Francesca Bosio: “Fa davvero un effetto molto strano giocare al PalaTrento, il palazzetto dove vengo di solito in tribuna a vedere le partite. È stata davvero una grande emozione poter giocare questa partita proprio a Trento. Cosa chiediamo alle qualificazioni mondiali? Di qualificarci. E basta. Se vogliamo davvero una cosa possiamo farcela”.

Credit foto: Riccardo Giuliani 

 

Video: Italia - Slovenia 

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4