| | | |

Serie A2F: partita a due facce per le azzurrine che cedono 3-1 con Cremona

Pubblicato il 29/10/2022
29/10/2022
In Aggiornamento: 

Nell’anticipo della seconda giornata del Campionato di A2 il Club Italia cede 1-3 (25-20, 22-25, 14-25, 23-25) contro l’U.S. Esperia Cremona. Oggi pomeriggio al Centro Pavesi Fipav di Milano le azzurrine sono state protagoniste di un match dai due volti. Dopo aver approcciato con passo deciso la gara e dopo aver disputato una buona seconda frazione, le giovani della formazione federale hanno avuto difficoltà a contrastare il gioco avversario e a trovare continuità. Cremona è stata brava a sfruttare a pieno le occasioni e a capitalizzare vincendo la partita.

Miglior realizzatrice di serata Kadi Kellermann autrice di 25 punti (1 ace, 1 muro, 52% in attacco). Quattro le azzurrine che hanno chiuso il match in doppia cifra: Nausica Acciarri (17 punti, 64% in attacco), Lisa Esposito (17 punti, 2 ace, 2 muri, 37% in attacco), Dominika Giuliani (12 punti, 1 muro) e Giulia Viscioni (11 punti, 3 muri).

Il Club Italia tornerà in campo sabato 5 novembre alle ore 16 sempre al Centro Pavesi Fipav di Milano per affrontare Picco Lecco nella terza giornata del Girone A del Campionato di A2.

CRONACA – Per questa seconda giornata di Campionato il tecnico federale Marco Mencarelli si affida al sestetto con la diagonale Passaro-Esposito, le schiacciatrici Giuliani e Viscioni, le centrali Acciarri e Modesti e al libero Ribechi.

Il Club Italia approccia con determinazione il match e grazie a un buon gioco di squadra si porta in vantaggio (5-2), tiene le avversarie a distanza (7-4) e allunga (9-4) inducendo la panchina di Cremona al time out. Lo stop al gioco non ha l’effetto sperato e le azzurrine si spingono sul +7 (11-4). Cremona, trovato buon ordine, riesce a mettere in campo le giuste contromisure per contenere il gioco di Giuliani e compagne e accorcia fino al-2 (14-12). Repentina però la ripartenza del Club Italia che si riporta sul +6 (18-12), mantiene il passo (20-14) e, respinto l’ultimo tentativo di riaggancio di Cremona (21-19), chiude a proprio favore il primo set (25-20).

Più equilibrato l’avvio del secondo parziale con le due formazioni che procedono punto a punto (4-4). E’ l’Esperia a girare l’inerzia del set a proprio favore, a portarsi sul +3 (4-7) e ad allungare il passo (7-11). Con pazienza le azzurrine limano il distacco e con i punti messi a segno da Esposito, Acciarri e Modesti (ace) ristabiliscono la parità (12-12) e si portano in vantaggio (15-13). Le giovani della formazione federale continuano a macinare buon gioco e punti (18-14). Cremona accorcia (18-16) e riporta lo score in equilibrio (19-19). Serratissimo il finale del set con le due squadre che procedono punto a punto (22-22). E’ Cremona a sfruttare meglio le occasioni, a conquistare il primo set point (22-24) e a riportare la partita in parità (22-25).

E’ Cremona a rompere l’equilibrio di inizio set (5-5) e a spingere sull’acceleratore (5-9). Il time out chiamato dalla panchina del Club Italia non rimette in corsa le azzurrine che faticano a ritrovare buon ordine in campo (9-15). Coach Mencarelli opta quindi per un cambio in regia: fuori Passaro, dentro Batte. Cremona approfitta del momento di difficoltà del Club Italia per allungare il passo con decisione (10-20) e per chiudere agevolmente il set a proprio favore (14-25).

Sulla scia del set precedente è sempre Cremona a rompere l’equilibrio (4-4) e a portarsi in vantaggio in avvio di terzo parziale (5-8). L’Esperia mantiene alto il ritmo e allunga (6-11). Il time out chiamato da coach Mencarelli rimette in marcia il Club Italia che, con pazienza, lima il distacco (9-11) e ristabilisce la parità (12-12). Le azzurrine si disuniscono e Cremona ne approfitta per riportarsi avanti (16-20). Le azzurrine provano a rientrare (23-24) ma la rimonta non si compie e l’Esperia conquista set e partita (23-25).

 

MARCO MENCARELLI: “Questa sera le ragazze hanno giocato un ottimo avvio di partita e un buon secondo set. Come è capitato spesso con i vari gruppi che si sono succeduti nella storia del Club Italia, riusciamo a dare più continuità e a giocare meglio quando affrontiamo squadre che percepiamo più forti di noi e invece incontriamo maggiori difficoltà e ci lasciamo imbrigliare in situazioni ai limiti dell’inspiegabile, quando abbiamo davanti formazioni con cui c’è possibilità di competere. Questo è un paradosso che non esclude nessuno dei gruppi che ho conosciuto e che ho visto alternarsi nella storia di questa squadra. Ho bisogno di trovare una soluzione a questo paradosso che, come tanti altri aspetti del gioco, va sistemato. La chiave per farlo può essere trovata o con l’allenamento o con la gestione. Per i prossimi impegni serve, come dico sempre in allenamento, che ognuna delle ragazze metta qualcosa in più in campo e si focalizzi su quella cosa in più da portare come contributo alla squadra. Questo distoglie la loro attenzione dal punteggio e dalle ansie causate dalle difficoltà che si possono incontrare, non va dimenticato che tutte le squadre che incontriamo hanno maggiore esperienza di noi. Continuità è una parola, contributo corrisponde invece a una serie di atteggiamenti e cose concrete da fare in allenamento e da avere a disposizione in occasione delle partite”.

 

CLUB ITALIA – U.S. ESPERIA CREMONA 1-3 (25-20, 22-25, 14-25, 23-25)

CLUB ITALIA: Modesti 6, Esposito 17, Giuliani 12, Acciarri 17, Passaro, Ribechi (L), Adriano 2, Gambini (L), Peroni, Batte. Ne: Micheletti, Amoruso, Despaigne.

All. Mencarelli.

CREMONA: K. Kullerkann 25, Rossini 12, L. Kullerkann 2, Pasquino 1, Buffo, Ferrarini 12, Zampedri (L), Landucci 13, Coppi 7, Balconati 1, Giacomello. Non entrate: Piovesan.

All. Magri.

ARBITRI: Antonio Licchelli e Roberto Guarneri

DURATA SET: 28’, 29’, 25’, 29’.

CLUB ITALIA: 6 a, 12 bs, 2 mv, 22 et.

CREMONA: 8 a, 9 bs, 3 mv, 19 et.

 

Importanza 1

Importanza 3

Importanza 4

Importanza 5

2021, Designed & Developed by GEB Software. All Rights Reserved.