Pallavolo Comunicato Club Italia CRAI del 30 gennaio 2019

Pubblicato il 30/01/2019
30/01/2019
PALLAVOLO COMUNICATO CLUB ITALIA CRAI DEL 30 gennaio 2019 a cura dell’ufficio stampa Fipav
Serie A1 Femminile: buon gioco e ritmo non bastano al Club Italia CRAI che cede con Novara

Il Club Italia CRAI esce sconfitto dal match con la Igor Gorgonzola Volley Novara 1-3 (13-25, 26-24, 15-25, 21-25) ma dimostra carattere e ottimo gioco. Mvp di serata è Sylvia Nwakalor, schierata dal tecnico Massimo Bellano nel sestetto iniziale insieme a Fahr, Battista, Pietrini, Lubian e al libero De Bortoli. Assente Alessia Populini fermata precauzionalmente per qualche giorno dopo una botta all’occhio rimediata in allenamento. 
Massimo Barbolini risponde schierando Bartsch, Veljkovic, Carlini, Plak, Chirichella, Egonu e il libero Sansonna. 
Dopo un brutto primo set le azzurrine crescono in efficacia e qualità di gioco conquistando la seconda frazione e dando del filo da torcere alle quotate avversarie anche nel quarto set. Sfugge di un soffio la possibilità di arrivare al tie break e provare a conquistare parte dei punti in palio questa sera.
CRONACA: Parte forte Novara che con Egonu si porta velocemente sul 1-5 a proprio favore. Pronta la reazione delle azzurrine che sfruttano gli errori avversari e con Nwakalor e Pietrini si rifanno sotto (6-7). La Igor tenta un nuovo allungo ma le ragazze del Club Italia CRAI riescono a contenere bene le avversarie. Sul +5 a favore delle ospiti (10-15) coach Bellano chiama il primo time out della serata. Lo stop al gioco, seguito dalla lunga pausa per il cambio a referto del libero di Novara (per Sansonna una botta al ginocchio da valutare domani, in campo viene sostituita da Zannoni), non sortisce l’effetto sperato. Novara allunga ancora, grazie a Egonu sempre efficace, spingendosi fino al +9 (13-22) che induce Bellano al secondo time out. Agile per le ragazze di Barbolini conquistare gli ultimi due punti che valgono il set (13-25).
Il secondo set si apre con un deciso cambio di rotta. Sin da subito sono le azzurrine a prendere in mano le redini del gioco e a conquistare un cospicuo vantaggio: l’ace di Pietrini vale il +7 (16-9). Novara prova a ricucire e con un’efficacissima Egonu al servizio riesce a riavvicinarsi. Il finale di set è concitatissimo. Il videocheck certifica che Nwakalor non commette fallo di seconda linea e si rigioca (23-22). Pietrini conquista il primo set point, le ragazze di Barbolini ne annullano due, ma sono le azzurrine a vincere il secondo parziale (26-24).
Il terzo set si avvia all’insegna dell’equilibrio (4-4), ma è la formazione ospite a premere sull’acceleratore e ad allungare (7-17). Novara mantiene il vantaggio pressoché invariato. Nel finale del set è efficace ma tardiva la razione del Club Italia CRAI: le azzurrine annullano 5 palle set per poi lasciare la terza frazione alle avversarie (15-25).
Buona reazione delle ragazze allenata da Bellano in avvio di quarto set: le azzurrine si portano avanti e allungano (7-3). Il time out chiamato da Barbolini sortisce l’effetto sperato e la Igor ricuce lo strappo (11-11). Un fallo di formazione di Lubian e compagne sigla il +2 per la formazione ospite. Le azzurrine si mantengono a un’incollatura, non permettono alle avversarie di allontanarsi troppo, ma non riescono ad agguantare la vittoria del set che sarebbe valsa il tie break. Novara chiude 21-25 e conquista tre punti.
MASSIMO BELLANO: “Da questa partita ci portiamo a casa tre belle cose. La prima è la reazione dopo il primo set, che è stato bruttissimo e il rischio era di proseguire su quella strada. La seconda cosa bella è il secondo set. E secondo me dobbiamo imparare tanto anche dal quarto perché la piega che aveva preso era uguale a quella del secondo. Stavamo giocando molto bene, poi abbiamo avuto una parte centrale del set con quattro errori gratuiti e un fallo di posizione un po’ strano, poi alla fine ce la siamo giocata. Certo con un po’ più di cinismo potevamo anche conquistare il quarto set. E’ stata una partita dove finalmente abbiamo difeso con un ritmo interessante e abbiamo contrattaccato bene. Sappiamo che Novara fa un altro campionato rispetto al nostro, quindi complimenti a loro. A noi restano le considerazioni positive e quindici giorni di pausa per crescere ancora prima delle prossime partite. La stagione vera per noi è iniziata cinque giorni fa quando siamo tornati al completo. In realtà questa sera mancava Populini, ma finalmente possiamo fare le cose con un po’ più di tranquillità”.


CLUB ITALIA CRAI-IGOR GORGONZOLA NOVARA 1-3 
(13-25, 26-24, 15-25, 21-25)
CLUB ITALIA CRAI: Morello 3, S. Nwakalor 15, Fahr 8, Battista 4, Pietrini 9, Lubian 7; De Bortoli (L), Scola 1, Malual 2, Omoruyi 6, Panetoni (L). Ne: Bassi, Kone, L. Nwakalor. All. Bellano.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bartsch 9, Veljkovic 10, Carlini 3, Plak 7, Chirichella 10, Egonu 29; Sansonna (L), Zannoni (L), Piccinini, Camera, Bici 1, Nizetich. Ne: Stufi. All. Barbolini.
ARBITRI: Luciani, Cerra
DURATA SET: 26, 30’, 20’, 25’. 
CLUB ITALIA CRAI: a 2, bs 9, mv 7, et 30.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: a 7, bs 8, mv 9, et 3.
 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4