Pallavolo Comunicato Federale del 13 settembre 2019

Pubblicato il 13/09/2019
13/09/2019
PALLAVOLO COMUNICATO FEDERALE DEL a cura dell’ufficio stampa Fipav
Europei Maschili: l’Italia conquista il secondo successo, 3-1 alla Grecia

Montpellier. La Nazionale Maschile conquista la sua seconda vittoria in questi Campionati Europei ai danni di una mai doma Grecia. Questa sera gli uomini di Blengini si sono imposti con il punteggio di 3-1 (17-25, 25-23, 25-19, 25-18) al termine di una gara durante la quale spesso si sono complicati la vita da soli incontrando parecchie difficoltà a scardinare la fase difensiva degli ellenici che da parte loro non hanno mai mostrato timori reverenziali giocando con coraggio, battendo bene e, come detto, vendendo cara la pelle. Zaytsev e compagni non si sono di certo espressi ai loro livelli ma hanno comunque ottenuto un successo molto importante per il prosieguo di questo lungo e complicato torneo. In vista dei prossimi impegni gli azzurri dovranno sicuramente migliorare, ma Blengini e i suoi uomini sono troppo esperti per non conoscere le insidie di questa rassegna continentale. Domani per l’Italia giornata di riposo, gli azzurri torneranno in campo domenica alle ore 14 contro la Romania in diretta su RaiDue e DAZN. 

Tornando al match, il CT ha effettuato un solo cambio rispetto a ieri concedendo campo a Russo al posto di Anzani confermando il resto della formazione che come di consueto ha previsto la diagonale Giannelli-Zaytsev, Antonov e Juantorena gli schiacciatori, Piano altro centrale e Colaci libero. La Grecia è stata schierata con Filippov palleggiatore, Zoupani opposto, Fragkos e Protopsaltis martelli, Petreas e Pelekoudas centrali e Kokkinakis libero.


CRONACA – Nel primo set gli azzurri sono sorpresi dalla partenza aggressiva degli ellenici che hanno forzato al servizio dall’inizio alla fine del parziale (quattro gli ace per loro). Per lunghi tratti Giannelli e compagni hanno sofferto in ricezione non riuscendo così a sviluppare un’interessante trama di gioco che permettesse loro di ricucire lo strappo iniziale dei greci. A questo va aggiunto un numero elevato di errori in battuta (cinque) che hanno decretato il 25-17 con il quale l’Italia si è trovata in svantaggio per 1-0. 

Nel secondo parziale gli azzurri, seppur con qualche difficoltà, sistemano le cose migliorando un po’ in tutti i fondamentali con i greci che invece sembrano calare. Dopo aver accumulato un buon margine di vantaggio (+6) che sembrava garantire una favorevole e semplice conclusione del set, Zaytsev e compagni hanno conosciuto qualche black out che ha permesso agli uomini di Andreopoulos di rifarsi sotto fino a pareggiare sul 23-23. Nel finale però l’Italia fa la voce grossa e chiude sul 25-23 impattando la gara sull’1-1.


Terzo set iniziato con Blengini che cambia i due centrali (in Candellaro e Anzani) e con i suoi uomini che sembrano ristabilire i reali valori tecnici. Gli azzurri accumulano progressivamente un sempre maggiore vantaggio che si concretizza nel 25-19 che decreta il ribaltamento dell’iniziale svantaggio dopo che i greci erano riusciti ad annullare tre palle set proprio nel finale.
Nel quarto set ormai gli azzurri sono in controllo e regalano sprazzi di bel gioco come quando Giannelli e Zaytsev invertono i propri ruoli con l’opposto azzurro che alza per il palleggiatore che da parte sua mette a terra un pallone a conclusione di una bella azione. Il finale è 25-18 per l’Italia che chiude così il match 3-1.
ANTONOV: “E’ stata una gara davvero combattuta, loro hanno battuto benissimo e a un certo punto sembravano inarrestabili. Noi però siamo stati bravi a rimanere concentrati e a rimettere la partita sui giusti binari. Gare come questa sono l’ennesima dimostrazione che in un torneo come questo nessuno ci regalerà nulla e se vogliamo dire la nostra ci sarà da lottare dalla prima all’ultima palla”.
ANZANI: “Stiamo giocando un Europeo, quindi sappiamo che partite come questa saranno all’ordine del giorno. Sono contento non della prestazione ma della reazione che abbiamo avuto. Dobbiamo imparare molto da queste partite. Sappiamo che c’è qualcosa da sistemare, ma il torneo è lungo e complicato. Ora studieremo un po’ la nostra partita, ma l’importante era vincere e noi lo abbiamo fatto”.

QUI LE FOTO DEL MATCH 

ITALIA-GRECIA 3-1 (17-25, 25-23, 25-19, 25-18)
ITALIA: Giannelli 10, Zaytsev 12, Antonov 7, Juantorena 21, Piano 2, Russo 1, Colaci (L). Nelli, Lanza, Balaso (L), Candellaro 5, Anzani 2. Ne: Sbertoli, Lavia, All. Blengini


GRECIA: Zoupani 15, Filippov 1, Petreas 4, Pelekoudas 7, Fragkos 5, Protopsaltis 13, Kokkinakis Ne: Papadopoulos, Stivachtis, Papalexiou. All: Andreopoulos.


Arbitri: Knizhnikov (RUS), Fernandez (ESP)
Durata set: 29’, 33’, 26’
Italia: a 3 bs 19 mv 10 et 31


Grecia: a 8 bs 19 mv 0 et 32

 Pool A (Montpellier, Francia)
12/9: Bulgaria-Grecia 3-0 (25-22, 25-16, 25-20), Italia-Portogallo 3-0 (25-21, 25-10, 25-22), Francia-Romania 3-0 (25-19, 25-14, 25-16).
13/9: Bulgaria-Romania 3-0 (28-26, 25-20, 25-20), Italia-Grecia 3-1 (17-25, 25-23, 25-19, 25-18)
14/9: Grecia-Francia (ore 17.15), Bulgaria-Portogallo (ore 20.45).
15/9: Romania-Italia (ore 14), Portogallo-Francia (ore 17.30).
16/9: Romania-Grecia (ore 17.15), Francia-Bulgaria (ore 20.45).
17/9: Grecia-Portogallo (ore 14), Italia-Bulgaria (ore 19.30).
18/9: Portogallo-Romania (ore 14), Francia-Italia (ore 20.30).

Classifica parziale: Italia 2v (6p), Bulgaria 2v (6p), Francia 1 v (3p), Grecia 2s (0p), Romania 2s (0p), Portogallo 1s (0p).

Gli azzurri in TV su Rai e DAZN
15/9: Romania-Italia diretta Rai Due ore 14 e DAZN
17/9: Italia-Bulgaria ore 19.30 diretta Rai Sport + HD e DAZN
18/9: Francia-Italia ore 20.30 diretta Rai Sport + HD e DAZN

Campionati Mondiali U18: azzurrine in finale, superata la Cina in rimonta

Resta vivo il sogno delle azzurrine nei Campionati Mondiali under 18 in Egitto, dove hanno superato la Cina al tie-break 3-2 (22-25, 19-25, 25-19, 25-19, 15-10) conquistando l’accesso in finale, in programma domani alle 19 contro gli Stati Uniti, che in semifinale ha battuto il Brasile 3-0. Una vittoria sofferta e arrivata in rimonta contro una squadra molto organizzata e in grado di approcciare meglio alla gara rispetto alla selezione azzurra. Dal terzo set in avanti, però, sono uscite la voglia e la determinazione di Frosini e compagne, che hanno riscattato i due set concessi rendendosi protagoniste di un’emozionante rimonta. Una componente importante di questo successo, è da attribuire alla totalità del gruppo a disposizione del Ct Mencarelli, con le ragazze subentrate che sono state in grado di fornire un contributo importante per il successo finale, a dimostrazione della tanta qualità che le 12 azzurrine sono in grado di offrire. Grazie a questa vittoria, il settore giovanile femminile può vantare la terza medaglia conquistata nel corso di questa stagione, con la speranza di migliorare gli argenti ottenuti dall’under 16 negli Europei a Trieste e dall’under 20 nei Mondiali in Messico. L’appuntamento è dunque a domani contro gli Stati Uniti, squadra già affrontata in questa competizione nella gara d’esordio, conclusa al tie-break in favore dell’Italia. A livello individuale, ottima prova di Loveth Omoryi, top scorer di questa semifinale con 24 punti messi a segno.

CRONACA – Avvio sottotono delle azzurrine, che sono state costrette subito a ricorrere (14-16), complici un approccio alla gara non dei migliori e tante difficoltà soprattutto in servizio, con la Cina che ha potuto chiudere avanti il primo set (22-25). Anche nel secondo parziale, le asiatiche sono sembrate più in palla rispetto alla formazione tricolore (12-16), che ha fatto fatica a prendere le misure e commesso qualche errore di troppo. La Cina è stata brava ad approfittarne, restando al comando (16-21) e raddoppiando il vantaggio complessivo (19-25).A questo punto, complice anche l’apporto offerto dalle ragazze subentrate dalla panchina, le azzurrine hanno cominciato ad ingranare (16-12), non rassegnandosi all’idea di uscire sconfitte così nettamente dopo un percorso che le aveva viste dominare brillantemente nelle precedenti uscite, chiudendo sul (25-19) e riducendo lo svantaggio. Nel quarto, poi, il pallino del gioco è rimasto in mano alla formazione azzurra (16-12), che ha lasciato poco spazio alla Cina, contenendo al meglio i tentativi di chiudere la gara e portando il match al tie-break (25-19). Qui, le azzurrine hanno continuato a produrre gioco e punti pesanti (12-10), riuscendo a reggere meglio la pressione nei momenti chiave della gara, componente risultata determinante ai fini del risultato conclusivo, che ha premiato l’Italia (15-10).


Tabellino: ITALIA-CINA 3-2 (22-25, 19-25, 25-19, 25-19, 15-10)
Italia: Gardini 9, Graziani 3, Monza, Omoruyi, Nwakalor 12, Frosini 11, libero: Armini, Guducci 2, Nervini 1, Malual, Bolzonetti 9. Ne: Marconato. All. Mencarelli.
Cina: Liu 8, Wu 21, Xia 6, Zhang 5, Zhuang 12, Wang 8, libero: Zhu, Wang, Yang 1, Liu, Zhou 6. Ne: Wang. All. Changwen.
Durata: 26’, 27’, 25’, 29’, 15’
Italia: 10 a, 16 bs, 13 mv, 31 et
Cina: 11 a, 16 bs, 7 mv, 35 et

 

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4