| | | |

Pallavolo Comunicato Federale del 2 luglio 2022_2

Pubblicato il 02/07/2022
02/07/2022
PALLAVOLO COMUNICATO FEDERALE DEL 2 luglio 2022 a cura dell’ufficio stampa Fipav

 

VNL 2022: I 14 di Ferdinando De Giorgi per la Polonia

Al suo ritorno in campo alla guida degli azzurri, dopo il periodo di stop legato alla positività al Covid-19 riscontrata nella week 1 di VNL, Fefè De Giorgi ha seguito i lavori del collegiale di questa settimana presso il Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti a Roma con 29 atleti coinvolti tra seniores e U22.
Al termine dell’allenamento pomeridiano, il tecnico salentino ha scelto i 14 che prenderanno parte alla week 3 di Volleyball Nations League in programma dal 5 al 10 luglio a Danzica in Polonia, dove faranno il loro esordio stagionale in VNL Ivan Zaytsev e Roberto Russo.
Gli atleti che non partiranno domani per la Polonia, già coinovolti nel collegiale di questa settimana, proseguiranno il lavoro a Roma. Tra questi non ci sarà Nicola Salsi che ha lasciato il collegiale dopo il rientro di Paolo Porro.
La partenza degli azzurri, attualmente terzi in classifica in VNL alle spalle di Francia e Polonia, è prevista per la prima mattinata di domani dall’aeroporto di Fiumicino. Sul cammino polacco Giannelli e compagni incontreranno Bulgaria, Iran, Serbia e Olanda. Le gare saranno trasmesse in diretta streaming su Volleyball World TV e sui canali SKY Sport Action (Italia-Bulgaria) e SKY Sport Arena (le altre gare degli azzurri nella Pool 6).

I 14 di Fefè De Giorgi per la week 3 di VNL

Palleggiatori: Simone Giannelli, Riccardo Sbertoli.
Centrali: Simone Anzani, Lorenzo Cortesia, Gianluca Galassi, Roberto Russo.
Schiacciatori: Mattia Bottolo, Oreste Cavuto, Daniele Lavia, Alessandro Michieletto.
Opposti: Yuri Romanò, Ivan Zaytsev.

Liberi: Fabio Balaso, Leonardo Scanferla. 

 


 

VNL 2022: settima vittoria di fila per le azzurre, piegata la Bulgaria 3-0

Sofia (Bulgaria). La marcia dell’Italia in Volleyball Nations League non conosce pause. Dopo i successi su Polonia e Corea del Sud, le azzurre, forti della qualificazione per le Finals di Ankara (13-17 luglio) già acquisita, hanno battuto anche la Bulgaria 3-0 (25-12; 25-19; 25-21) alla Armeec Arena di Sofia. Davanti a circa 1000 spettatori, le campionesse d’Europa in carica hanno dato una dimostrazione di forza con Pietrini e Nwakalor sugli scudi (33 punti complessivi) per il nono successo su undici match disputati (settimo consecutivo). Vittoria utile per mettersi in scia del Giappone in classifica generale con un ancora un match da disputare. Domani infatti, alle ore 15:30 italiane (in diretta su Sky Sport Action e in streaming su NOW e Volleyball World TV), capitan Sylla e compagne disputeranno contro la Thailandia l’ultimo match della prima fase di VNL. Obiettivo vincere per poi analizzare la classifica definitiva per conoscere il nome dell’avversaria da affrontare nei quarti di finale della Final Eight di Ankara.

 

LA CRONACA – Il CT Mazzanti ha scelto per il sestetto base Alessia Orro in regia con in diagonale la confermata Nwakalor come opposto, schiacciatrici Gennari e Elena Pietrini (esordio assoluto stagionale), Chirichella e Danesi al centro, e De Gennaro libero. Pronti via le azzurre si sono fatte sorpresende da Paskova e Chausheva (3-6) salvo poi tornare immediatamente nel match trovando con Chirichella, i primi attacchi vincenti di Pietrini, Nwakalor e Gennari lo slancio per andare avanti (13-10). Uno strappo che ha spento l’entusiasmo delle padrone di casa costrette all’angolo dalle giocate di Chirichella, Pietrini e Danesi ben orchestrate da Orro (20-11). L’Italia, una volta preso il largo, ha continuato a giocare con precisione e velocità ogni fase chiudendo il primo set con un perentorio 25-12.  

Non è cambiata la musica nel secondo game aperto da un pallonetto chirurgico di Gennari che ha beffato muro e copertura bulgara. La Bulgaria ha provato a reagire con Dimitrova, Yordanova e la solita Chausheva (2-4) ma le azzurre non hanno concesso scampo e trascinate da una scatenata Pietrini (efficace anche a muro) sono scattate sul 12-8. Come nel primo parziale, l’Italia non si è più voltata e nonostante un paio di disattenzioni (in ricezione e un fallo di pestata di Nwakalor), non ha perso fiducia e ritmo trovando negli attacchi di Gennari e Pietrini e nell’aggressività a servizio la chiave di volta per chiudere anche il secondo set (25-19).

Nel terzo game la Bulgaria ha provato a tenere testa all’Italia: Yordanova e Saykova hanno preso per mano la nazionale del CT Micelli consentendo alle padrone di casa di restare in scia delle scatenate Chirichella, Nwakalor e Pietrini. Ma se al timeout tecnico le bulgare avevano 1 solo punto di gap (12-11), ci hanno poi pensato Gennari, Danesi e Nwakalor a piazzare il primo e decisivo strappo (16-12). Nonostante qualche sussulto d’orgoglio la Bulgaria non ha potuto granché contro un’Italia così cinica e precisa in ogni fase di gioco e con Gennari, Nwakalor e Pietrini praticamente infallibili in attacco. Le azzurre in poco più di un’ora hanno fatto calare il sipario sull’Armeec Arena chiudendo il match 25-21.  

 

Davide Mazzanti – “Abbiamo fatto una grande partita in attacco – ha dichiarato il CT azzurro - e poi nonostante alcune ragazze non giocavano da un po’ siamo state molto ordinate e giocato una gran partita. Non è mai semplice quando si cambia e si inseriscono atlete senza ritmo e per questo credo che quello che la squadra ha fatto stasera sia qualcosa di molto importante. Al di là delle situazioni individuali, le ragazze sono state ordinate ma allo stesso tempo capaci di creare cose molto belle ed importanti. Direi che c’è da essere soddisfatti oggi perché abbiamo disputato un’ottima partita. Elena Pietrini non giocava da tanto anche se si stava allenando forte. Siamo stati prudenti perché il suo problema fisico era particolare ed abbiamo preferito pazientare ed alla fine siamo stati ripagati da un’ottima prestazione sua e di tutta la squadra. Domani dobbiamo giocare con la Thailandia che è una squadra difficile che gioca una pallavolo diversa che richiederà un’attenzione tecnica importante soprattutto quando iniziano a mirarci le mani a muro”.

 

Sylvia Nwakalor – “Sono molto soddisfatta perché oggi abbiamo giocato molto bene di squadra – ha ammesso l’opposto Nwakalor – anche perché in molti frangenti siamo state brave ad imporre ritmo riuscendo a giocare un’ottima pallavolo. Devo dire grazie alle mie compagne per come mi hanno supportato mettendomi nelle situazioni migliori per esprimermi. Quando entro devo farmi trovare pronta ma con delle compagne così tutto viene più facile. Noi dobbiamo continuare a pensare ad una partita alla volta, siamo felicissime di aver già staccato il pass per le Finals ma l’obiettivo è quello di provare a vincerle tutte a partire da domani con la Thailandia”.

 

Elena Pietrini – “Dopo tanto tempo fuori per un piccolo infortunio ed un recupero più o meno rapido sono molto soddisfatta del mio rientro in campo – ha dichiarato Pietrini – grazie alle mie compagne ho reso bene e sono felice della prestazione. Poi chiaramente ancor più felice per la prestazione di squadra e per il risultato ottenuto. Secondo me ho fatto qualche errore ma sono soddisfatta perché pensavo che avrei fatto più fatica. Invece grazie alle mie compagne ho rotto il ghiaccio dando un buon contributo. Devo crescere giorno dopo giorno con l’aiuto dello staff e delle compagne, domani abbiamo un ultimo impegno qui a Sofia con la Thailandia e poi inizieremo a pensare alle Finals”.

 

Tabellino: ITALIA – BULGARIA 3-0 (25-12; 25-19; 25-21)

ITALIA: Pietrini 19, Danesi 10, Nwakalor 14, Gennari 9, Chirichella 8, Orro 3, De Gennaro (Libero) N.E.: Egonu, Sylla, Degradi, Bonifacio, Malinov, Lubian e Fersino (Libero). All. Mazzanti

BULGARIA: Todorova M. 2, Kitipova, Paskova 7, Dimitrova 8, Chausheva 6, Yordonova 9, Marinova 3, Barakova, Vasileva 1, Malinova 1. N.E.: Dimitrova G., Neykova, Vuchkova e Krivoshiyska. All. Micelli

Arbitri: Collados Fabrice (Fra) e Gerothondoros Epaminondas (Gre)

Durata: 19’, 24’, 28’

Spettatori: 1000

Italia: a 4, bs 8, m 7, et 2.

Bulgaria: a 4, bs 6, m 1, et 4.

 

Il calendario completo della Pool 6

Week 3 (Sofia, Bulgaria)

3 luglio: Cina – Corea del Sud ore 12:30

3 luglio: Italia-Thailandia ore 15.30 (diretta Sky Sport Action e streaming NOW)

3 luglio: Polonia -Bulgaria ore 19:00

*orari di gioco italiani

 

Il calendario completo della Pool 5

Week 3 – Calgary (Canada)

2 luglio: Turchia – USA ore 22:00

3 luglio: Giappone – Serbia ore 01:00

3 luglio: Germania – Canada ore 04:00

3 luglio: Belgio – Giappone ore 19:00

3 luglio: USA – Germania ore 22:00

4 luglio Germania – Canada ore 23:00

*orari di gioco italiani

 

Classifica generale provvisoria

Brasile 10 vittorie (29 pt), USA 9 vittorie (27 pt), Italia 9 vittorie (26 pt), Giappone 8 vittorie (23 pt), Cina 7 vittorie (23 pt), Turchia 7 vittorie (22 pt), Serbia 7 vittorie (20 pt), Thailandia 5 vittorie (15 pt), Rep. Dominicana 5 vittorie (14 pt), Canada 4 vittorie (12 pt), Polonia 4 vittorie (11 pt), Germania 3 vittorie (11 pt), Olanda 3 vittorie (11 pt), Bulgaria 3 vittorie (9 pt), Belgio 3 vittoire (6 pt), Corea del Sud 0 vittorie (0 pt).

 

La Volleyball Nations League femminile 2022 in TV e streaming

I match delle azzurre in VNL saranno trasmessi in diretta su Sky Sport (telecronaca di Roberto Prini e commento tecnico di Rachele Sangiuliano) e in streaming su NOW mentre tutte le partite di VNL 2022 saranno visibili sulla piattaforma di streaming a pagamento Volleyball World TV – welcome.volleyballworld.tv

 

Link per accesso a Volleyball World TV – welcome.volleyballworld.tv

 


 

Giochi del Mediterraneo: le azzurre volano in finale

 

E’ finale. La Nazionale femminile supera con un perentorio 3-0 (25-19, 25-19, 25-22) la Spagna e, al Palais Sports Hammou Boutlélis, conquista il pass per l’ultimo atto dei Giochi del Mediterraneo, in corso a Orano in Algeria.

Le azzurre bissano il successo ottenuto contro le iberiche nella gara d’esordio in questa competizione. Una nuova vittoria, ottenuta grazie all’ottimo gioco espresso da tutta la squadra guidata dal tecnico Luca Pieragnoli, che oggi vale però l’accesso alla finale per l’oro.

Cinque le azzurre che chiudono la partita di oggi in doppia cifra: Federica Squarcini best scorer con 15 punti (2 ace, 5 muri, 67% in attacco), Binto Diop 13 punti (1 ace, 3 muri, 35% in attacco), Sofia D’Odorico 12 punti (48% in attacco), Alessia Mazzaro 11 punti (1 ace, 3 muri, 58% in attacco) ed Elena Perinelli 10 punti (1 ace, 36% in attacco).

La Nazionale femminile tornerà in campo lunedì 4 luglio alle ore 17.30, sempre al Palais Sports Hammou Boutlélis, per disputare la finale contro la Turchia che questa mattina ha battuto la Serbia 3-0 (25-21, 25-14, 25-22). Le azzurre non partecipavano a una finale per il 1° posto dei Giochi del Mediterraneo dal 2013.

CRONACA: Il tecnico azzurro Luca Pieragnoli sceglie anche per questa semifinale il rodato sestetto composto dalla diagonale Bosio-Diop, dalle schiacciatrici D’Odorico e Perinelli, dalle centrali Mazzaro e Squarcini e il libero Panetoni.

Come avvenuto per primo match tra Italia e Spagna in questi giochi del Medieterraneo, il ct iberico Pascual Saurin fa scendere in campo lo starting six composto da Bravo, Garcia, Carpintero, Prol, Varela, Lazaro e il libero Piza.

E’ l’Italia a rompere l’equilibrio iniziale (4-4) e a sfruttare un proficuo turno in servizio di Perinelli per spingersi sul +7 (11-4). L’ottimo gioco di squadra espresso dalle azzurre permette alle ragazze di coach Pieragnoli di accelerare ulteriormente e il vantaggio si allunga sul +10 (17-7). Nel finale la Spagna prova ad accorciare (22-18) ma è decisiva la ripartenza azzurra: D’Odorico firma il 25-19 e l’Italia conquista il primo set.

Sono sempre le azzurre a imporre il proprio gioco e in avvio di seconda frazione (6-4). Un attacco vincente di Mazzaro spinge l’Italia sul +5 (10-5). Il time out chiamato dalla panchina della Spagna non sortisce l’effetto sperato: sono sempre le azzurre a condurre e a piazzare sul 14-11 il break che vale il +9 (20-11). Tutto facile per l’Italia anche nel finale: 25-19 e le azzurre si portano sul 2-0.

Più equilibrata la terza frazione: Perinelli e compagne trovano il primo vantaggio (6-4), ma questa volta la Spagna non le lascia scappare e prova a tenere il passo (9-7). La crescita delle iberiche non influisce sulla prestazione delle azzurre che restano sempre in controllo del parziale e della partita (13-10). A metà del set l’Italia trova l’accelerazione decisiva (17-10), ma nel finale la Spagna tenta l’impresa annullando sei palle match. La rimonta non si compie: Squarcini chiude set (25-22) e partita. L’Italia fa 3-0 e conquista l’accesso alla finale dei Giochi del Mediterraneo.

 

ITALIA-SPAGNA 3-0 (25-19, 25-19, 25-22)

ITALIA: D’Odorico 12, Mazzaro 11, Diop 13, Perinelli 10, Squarcini 15, Bosio 1; Panetoni (L), Battistoni, Frosini 1. Ne: Cagnin, Nwakalor. All. Pieragnoli.

SPAGNA: Bravo 3, Garcia 2, Carpintero 6, Prol 12, Varela 7, Lazaro 1; Piza (L), Villasante 2, Rodriguez, Villa, Llorens 8. Ne: Jimenez. All. Saurin.

ARBITRI: Mohamed (EGY), Moula (GRE)

DURATA SET: 26’, 26’, 26’

ITALIA: 5 a, 6 bs, 12 mv, 19 et

SPAGNA: 1 a, 3 bs, 13 mv, 12 et

 

I risultati e il calendario della manifestazione femminile

Semifinali – Sabato 2 luglio - Palais Sports Hammou Boutlélis

SF47 – Ore 11.00 – Serbia - Turchia 0-3 (21-25, 14-25, 22-25)

SF48 – Ore 14.00 – Italia - Spagna 3-0 (25-19, 25-19, 25-22)

Finali 1-3° posto - Lunedì 4 luglio 2022 - Palais Sports Hammou Boutlélis

Bronzo – Ore 10.30 – Serbia - Spagna

Oro – Ore 17.30 – Turchia - Italia

*Orari di gioco italiani – Gli orari potrebbero subire variazioni

 


 

Giochi del Mediterraneo: azzurri sconfitti dalla Croazia, giocheranno per il bronzo

 

La Nazionale maschile non bissa il successo della femminile ed esce sconfitta per 3-1 (26-24, 25-22, 21-25, 24-26) dalla semifinale contro la Croazia. Questo il verdetto al termine della semifinale disputata oggi pomeriggio al Palais Sports Hammou Boutlélis. La Croazia, trascinata da Dirlic (29 punti), interrompe la striscia positiva dell’Italia, fin qui i ragazzi di Fanizza non avevano mai perso, e ferma la rincorsa degli azzurri per l’oro ai Giochi del Mediterraneo, in corso a Orano (Algeria).

Durante il match di oggi all’Italia è mancato il guizzo decisivo nei momenti cruciali della partita, giocata per buona parte punto a punto dalle due formazioni.

Gli azzurri torneranno in campo al Palais Sports Hammou Boutlélis lunedì 4 luglio alle ore 14 per disputare la finale per il bronzo. L’Italia affronterà la perdente della semifinale tra Spagna e Francia che verrà giocata questa sera.

CRONACA – Per questo semifinale dei Giochi del Mediterraneo il tecnico azzurro Vincenzo Fanizza sceglie di schierare ancora una volta il sestetto delle gare precedenti e fa scendere in campo la diagonale Falaschi-Gironi, gli schiacciatori Magalini e Recine, i centrali Di Martino e Vitelli e il libero Catania.

Dall’altra parte della rete il ct della Croazia, Cedric Enard, si affida allo starting six composto da Sestan, Mihalj, Dirlic, Sedlacek, Nikacevic, Visic e al libero Pervan.

E’ l’equilibrio a caratterizzare l’avvio del match (5-5). Gli azzurri trovano il primo vantaggio del set (7-5) ma è pronta la reazione della Croazia che pareggia i conti (8-8) e sorpassa (9-8). Si procede quindi punto a punto (13-13) fino al nuovo allungo croato (13-15). L’Italia fatica a trovare fluidità e la Croazia continua rimanere sempre avanti per buona parte del set (16-20). Gli azzurri sfruttano gli errori avversari e con Gironi e Recine a segno ristabiliscono la parità (20-20). La Croazia allunga nuovamente (21-23), l’Italia ricuce (23-23), ma sono i croati a spuntarla ai vantaggi (24-26).

Al rientro in campo (nel sestetto azzurro Gardini prende il posto di Magalini) il match imbocca per un lunghissimo tratto i binari dell’equilibrio (12-12). E’ la Croazia a rompere l’equilibrio e a trovare il primo vantaggio (12-14), Recine e Gardini a segno e si torna in parità (16-16). Si procede quindi sostanzialmente punto a punto (20-20) fino all’allungo nel finale della Croazia (23-21) che conquista anche il secondo set (22-25).

La terza frazione vede una buona partenza dell’Italia che si porta subito avanti (5-3). La Croazia ristabilisce l’equilibrio (6-6) e si procede nuovamente in parità (9-9). Respinto prontamente l’allungo croato (9-11) sono gli azzurri a trovare fluidità di gioco e la giusta efficacia. Falaschi e compagni allungano (17-13) e non lasciano libertà di manovra agli avversari: un ace di Gironi vale il +5 (21-16). Nel finale è sempre l’Italia di Fanizza a condurre (23-20): gli azzurri chiudono il set con un ace di Falaschi (25-21) e riaprono il match.

E’ ancora l’equilibrio a caratterizzare la quarta frazione della semifinale tra Italia e Croazia (8-8). Un attacco vincente di Recine e un ace di Vitelli spingono avanti gli azzurri (11-8). La Croazia ricuce (11-11) e per un lungo tratto le due formazioni viaggiano appaiate (18-18). E’ la Croazia a girare l’inerzia a proprio favore (18-21) e mantenersi avanti (22-24). Nel finale, l’Italia si riporta a -1 (23-24), il doppio rosso dell’arbitro porta il punteggio sul 24-25: è la Croazia a sfruttare il match point (24-26) e ad accedere alla finale per l’oro.

 

ITALIA-CROAZIA 1-3 (24-26, 22-25, 25-21, 24-26)

ITALIA: Di Martino 8, Gironi 18, Magalini 4, Vitelli 9, Falaschi 6, Recine 19; Catania (L), Ferrato, Pol, Gardini 12. Ne: Crosato, Schiro. All. Fanizza.

CROAZIA: Sestan 10, Mihalj 9, Dirlic 29, Sedlacek 16, Nikacevic 9, Visic 1; Pervan (L), Mitrasinovic. Ne: Peric, Bakonji, Hanzic, Zeljkovic. All. Enard.

ARBITRI: Yildirim (TUR), Khelfoun (ALG)

DURATA SET: 31’, 33’, 36’, 37’

ITALIA: 7 a, 16 bs, 6 mv, 24 et

CROAZIA: 3 a, 13 bs, 16 mv, 19 et

 

I risultati e il calendario della competizione maschile

Semifinali – Sabato 2 luglio – Palais Sports Hammou Boutlélis

SF49 – Ore 17.30 – Italia - Croazia 1-3 (24-26, 22-25, 25-21, 24-26)

SF50 – Ore 20.30 – Spagna - Francia

Finali 1°-3° posto – Lunedì 4 luglio – Palais Sports Hammou Boutlélis

3°-4° posto – Ore 14.00 – L49 - L50

1°-2° posto – Ore 21.00 – W49 - W50

*Orari di gioco italiani – Gli orari potrebbero subire modifiche

 


 

Torneo amichevole di sitting volley ad Assen: il bilancio delle azzurre dopo la seconda giornata

Seconda giornata di gare per la nazionale femminile di sitting volley impegnata nel torneo amichevole in corso di svolgimento ad Assen. In Olanda quest’oggi per le ragazze di Amauri Ribeiro sono arrivate due vittorie e una sconfitta.

Nel primo match, Bosio e compagne si sono imposte con un netto 3-0 (25-9, 25-15, 25-13) contro le padrone di casa dell’Olanda. Nel secondo incontro di giornata ha battuto con il punteggio di 3-1 (25-16, 23-25, 25-14, 25-12) la Germania. Nel terzo e ultimo match, invece, è arrivata la prima sconfitta in questo torneo per mano degli Stati Uniti usciti vincitori per 3-0 (25-16, 25-17, 25-21).

L’Italia tornerà nuovamente in campo domani alle ore 9 per affrontate nell’ultimo match il Brasile.

Il calendario dell’Italia

Domenica 3 luglio
ore 9 Brasile-Italia

Queste le atlete convocate: Giulia Aringhieri, Giulia Bellandi, Sara Cirelli, Elisa Spediacci (Dream Volley Pisa); Flavia Barigelli (A.S.D. Astrolabio 2000); Raffaela Battaglia (Pallavolo Raffaele Battaglia); Silvia Biasi (Volley Codognè); Francesca Bosio (Argentario Calisio Volley); Sara Desini (Pallavolo Olbia); Roberta Pedrelli (Volley Club Cesena); Alessandra Vitale (Nola Città dei Gigli); Asia Sarzi Amadè (Giocoparma ASD).

 

 

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4

Importanza 5

2021, Designed & Developed by GEB Software. All Rights Reserved.