Pallavolo Comunicato Federale del 7 ottobre 2018

Pubblicato il 07/10/2018
07/10/2018
PALLAVOLO COMUNICATO FEDERALE DEL 7 ottobre 2018 a cura dell’ufficio stampa Fipav
 
Mondiali Femminili 2018: sesto acuto delle azzurre, 3-0 all'Azerbaigian

Osaka. La nazionale italiana femminile ha aperto la seconda fase del Campionato Mondiale 2018 ottenendo il sesto successo consecutivo. In mattinata le azzurre hanno sconfitto agilmente l’Azerbaigian 3-0 (25-12, 25-19, 25-10).


Le ragazze di Mazzanti si sono presentate in campo con lo stesso atteggiamento che le ha contraddistinte nel primo girone e le azere non sono mai state in grado di replicare. La nazionale tricolore si è così confermata in vetta alla pool F con 6 successi e 18 punti. Domani nella seconda giornata di gare Chirichella e compagne saranno impegnate a Osaka contro la Thailandia: ore 12.20 italiane, diretta su RaiSport+Hd.


Miglior marcatrice della partita è stata Myriam Sylla con 17 punti, davanti a Cristina Chirichella 13 p (5 muri). Le azzurre sono state nettamente superiori alle avversarie sia in attacco (49% vs 25%) che a muro (12 a 3).


Come formazione iniziale il ct tricolore ha confermato: Malinov in palleggio, opposto Egonu, centrali Chirichella e Danesi, schiacciatrici Sylla e Bosetti, libero De Gennaro. Nel finale di gara ha fatto il suo esordio nel mondiale la schiacciatrice azzurra Elena Pietrini.


L’Italia ha subito messo sotto pressione le avversarie con degli ottimi turni in battuta e si è portata in testa nettamente (11-3). L’Azerbaigian non ha mai trovato alcuna contromisura, mentre Ofelia Malinov ha gestito alla perfezione l’attacco azzurro, chiamando spesso in causa Paola Egonu (22-10). Nel finale alle ragazze di Mazzanti è bastato gestire il vantaggio per imporsi con un perentorio (25-12).


Nella seconda frazione l’Italia ha fatto più fatica a scollarsi di dosso le avversarie e l’equilibrio è durato sino al (10-11). A fare la differenza è stato il muro azzurro (5 nel set), che ha sbarrato la strada ripetutamente alle attaccati dell’Azerbaigian (14-10). Una volta al comando, Sylla e compagne hanno spinto sull’acceleratore e le avversarie si sono dovute arrendere (25-19).


Senza storia il terzo parziale, grazie a un avvio sprint le ragazze di Mazzanti sono state capaci di arrivare sull’8-0 al primo tempo tecnico. Il pesante svantaggio è pesato sulle spalle dell’Azerbaigian, in totale balia delle azzurre sino alla fine del match (25-10).


Nelle altre gare del girone F la Russia ha battuto la Turchia 3-0 pur non potendo contare sull’apporto di Natalya Goncharova, secondo i siti russi il forte opposto avrebbe già terminato il Mondiale a causa di un infortunio alla spalla sinistra. Successo senza problemi anche per gli Stati Uniti sulla Bulgaria 3-0.


DAVIDE MAZZANTI: “Non è stato facile oggi mantenere alta l’attenzione per tutta la durata del match, perchè dopo le partite con Turchia e Cina avevamo trovato un ritmo importante e quindi era fondamentale non perdere spinta nel nostro gioco. Siamo felici sia della vittoria che dei dei tre punti conquistati, dobbiamo continuare così se vogliamo qualificarci alla terza fase. Il pericolo più grande in queste arriva quando inizi a giocare a un ritmo non tuo e di conseguenza lasci uno spiraglio agli avversari. Domani contro la Thailandia dovremo essere bravi a trovare la giusta chiave tattica, sarà importante per metterle in difficoltà così come bisognerà continuare a dare gas al nostro cambio palla che ci permette di avere stabilità”.


ANNA DANESI: “Siamo molto contente anche se l’Azerbiagian oggi sicuramente non si è espresso al proprio meglio. Siamo state brave a non abbassare mai il nostro ritmo e così non abbiamo concesso alle nostre avversarie possibilità di recupero. Con la vittoria di oggi sono arrivati altri tre punti importanti in chiave qualificazione, ma dobbiamo continuare a pensare giorno per giorno a partire da domani, sappiamo che contro la Thailandia non sarà una partita facile. Sono una squadra che utilizza un’infinità di schemi e noi non dovremo commettere l’errore di farci innervosire dalle loro difese”.


OFELIA MALINOV: “C’è soddisfazione per aver portato a casa anche oggi il risultato, giocando a tratti bene anche se con queste avversarie non è facile. La squadra non è mai calata a livello di concentrazione ed è è stata brava a chiudere subito i conti. Domani contro la Thailandia ci sarà da soffrire, non è un caso se sia Russia che Stati Uniti sono andati in difficoltà contro di loro. Nel gruppo c’è tanta determinazione, ogni giorno entriamo in campo per mostrare il nostro gioco e dimostrare che siamo superiori. Pensiamo di più a noi stessi che alle avversarie e questo ci fa giocare bene e allo stesso tempo divertire”.

Tabellino: Italia-Azerbaigian 3-0 (25-12, 25-19, 25-10)

ITALIA: Malinov 2, Chirichella 13, Bosetti 6, Egonu 11, Danesi 7, Sylla 17. Libero: De Gennaro. Cambi 1, Parrocchiale, Pietrini. N.e: Ortolani, Nwakalor, Fahr, Lubian. All. Mazzanti

AZERBAIGIAN: Yagubova, Samadova, Abdulazimova 3, Mammadova 4, Aliyeva 7, Hasanova 4. Libero: Karimova. Rahimova 3, Azimova 1, Gurbanova 1, Alishanova. N.e: Kulan, Imanova, Alyeva. All. Garayev

Arbitri: Cacador (Bra) e Rodriguez (Spa).

Spettatori: 930. Durata Set: 21’, 24’, 22’.

Italia: 3 a, 6 bs, 12 m, 18 et.

Azerbaigian: 3 a, 4 bs, 3 m, 18 et.

Nota: al termine delle gare di oggi seguirà comunicato con risultati, classifiche e calendario.

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4