Proroga Certificazione Unica al 31 marzo 2020

Pubblicato il 02/03/2020
02/03/2020

E’ questa una delle novità fiscali più rilevanti del secondo decreto legge varato dal Governo a seguito dell’emergenza Coronavirus.

Il termine ordinario del 7 marzo, già differito al 9 marzo cadendo di sabato, per l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate delle certificazioni uniche dei lavoratori dipendenti e di tutti gli altri soggetti interessati dalla dichiarazione dei redditi precompilata è ufficialmente rinviato al 31 marzo 2020.

La trasmissione in via telematica delle certificazioni uniche dei compensi degli autonomi, non interessati dal modello 730 precompilato, può essere invece predisposta entro la scadenza prevista per il modello 770/2020 ovvero il 31 ottobre, che allo stesso modo cade di sabato e slitta al 2 novembre.

Il rinvio della scadenza delle CU 2020 impatta anche su un’altra importante scadenza fiscale: il modello 730 precompilato non sarà reso disponibile in sola lettura dal 15 aprile, come previsto inizialmente, ma solo a partire dal 5 maggio 2020. E ciò, come scrive il Governo, al fine di consentire “ai professionisti ed agli operatori economici – ovunque ubicati sul territorio nazionale – di avere più tempo per raccogliere e trasmettere i dati oggetto di questo adempimento”.

La scadenza per l’invio telematico del modello 730/2020 precompilato slitta quindi al prossimo 30 settembre 2020.

Maggiori informazioni e dattagli nella circolare in allegato.

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4