La FIPAV in prima fila nel progetto europeo ACAMF

Pubblicato il 27/01/2021
27/01/2021
In Aggiornamento: 

Continua la partecipazione della Federazione Italiana Pallavolo a nuovi progetti di carattere sociale e sportivo promossi dalla Comunità Europea. Ultimo, in ordine di tempo, è l’adesione al programma denominato "Athlete Counselors Against Match Fixing".
Il progetto ACAMF (cofinanziato dal programma Erasmus + dell'Unione Europea) è il frutto di un partenariato tra federazioni sportive, club, esponenti del mondo accademico e Organizzazioni Non Governative ed ha lo scopo di contrastare le scommesse illegali e i match truccati all’interno del mondo dello sport attraverso la creazione di metodologie e programmi condivisi per responsabilizzare gli atleti, addetti ai lavori e gli altri stakeholder. Capofila del progetto, ideato dalla società italiana Mine Vaganti, è la società di calcio slovena di Lubiana, Nogometni Klub Interblock. 
Con lei ci sono la Federazione Italiana Pallavolo, l’ Asd Torres Calcio Femminile, la Federazione Calcio Macedone, UCAM (Università di Murcia, Spagna) e la Federazione Serba di Rugby.
Il progetto, della durata di 30 mesi, a pieno regine prevedrà, tra le altre cose, l’attivazione di corsi online gratuiti divisi in moduli per atleti, dirigenti e addetti ai lavori per permettere un apprendimento veloce e dinamico.  
Il primo meeting si è svolto venerdì 22 gennaio in video conferenza alla presenza di tutti i partner coinvolti. 

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4