| | | |

Mondiale Femminile: prima sconfitta per l’Italia, 2-3 contro il Brasile

Pubblicato il 04/10/2022
04/10/2022
In Aggiornamento: 

Rotterdam (Olanda). La nazionale femminile ha aperto la seconda fase del Mondiale con la prima sconfitta nel torneo, 2-3 (20-25, 25-22, 25-22, 21-25, 15-17) per mano del Brasile. All’Ahoy Arena dopo un primo set complicato, le campionesse d’Europa sono salite di livello nel secondo e terzo, mettendo in campo doti tecniche e carattere. Il Brasile ha risposto nel quarto e così il match è andato al tie-break. Nel quinto le due squadre hanno prodotto il massimo sforzo e a imporsi è stata la nazionale verdoro, dopo un'interminabile battaglia. La migliore marcatrice del match è stata Paola Egonu con 37 punti, seguita dalla brasiliana Gabi a quota 30 punti. Equilibrato il confronto a muro, 15 per l'Italia contro i 14 brasiliani, mentre le azzurre hanno commesso molti errori in più 35 a 26. Sugli spalti erano presenti il presidente Giuseppe Manfredi, il vice presidente Adriano Bilato e il segretario generale Stefano Bellotti. 
Domani Orro e compagne torneranno in campo alle ore 14.15 contro il Giappone (diretta Rai 2, Sky Sport 1 e Sky Sport Arena) per cercare di riprendere il cammino verso i quarti di finale: si qualificheranno le prime quattro classificate delle Pools E e F. La nazionale tricolore, grazie al punto conquistato oggi, è ancora in testa al girone E con 5 vittorie e 16 punti. 

Contro il Brasile Mazzanti ha schierato in campo la formazione vista contro l’Olanda: Orro in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Bosetti e Pietrini, centrali Chirichella e Danesi, libero De Gennaro. Durante il match ha trovato largo spazio Myriam Sylla.
Nel primo set le azzurre hanno sofferto l’ottima fase difensiva delle brasiliane e sono andate sotto (5-8). L’attacco italiano non è riuscito a incidere e questo ha permesso alle sudamericane di mantenersi al comando (11-14). Le tante difese e l’ottimo contrattacco del Brasile ha continuato a fare la differenza (17-21), mentre le ragazze di Mazzanti non ce l’hanno più fatta a rientrare (20-25).
La reazione tricolore è arrivata immediatamente nel secondo parziale, Egonu e compagne hanno spinto forte e le vice campionesse olimpiche hanno perso terreno (9-3). Pietrni ed Egonu sono andate a segno ripetutamente, però il Brasile si è fatto sentire a muro e le distanze si sono accorciate (14-11). Il nuovo allungo azzurro è stato firmato ancora da Pietrini, con le avversarie che hanno dato la sensazione di cedere (20-13). Nel momento di chiudere, tuttavia, le campionesse d’Europa hanno perso ritmo e la formazione verdeoro, complici alcuni cambi, è tornata in partita (22-18). Il Brasile ha proseguito nella rimonta fino a un solo punto dalle azzurre (23-22), ma Sylla (entrata per Bosetti) con un gran difesa ha regalato a Egonu la possibilità di contrattaccare e chiudere il set (25-22), al termine di un’azione lunghissima.
La terza frazione, nell’Italia confermata in campo Sylla, ha registrato l’ottimo avvio del Brasile (2-7). Le azzurre sono state brave a non disunirsi e Danesi a muro ha suonato la carica (7-9). Le ragazze di Mazzanti hanno aumentato sempre di più il ritmo (10-9) e così le fasi centrali della frazione hanno visto le squadre dare vita a un serrato confronto (17-17). A rompere l’equilibrio c’ha pensato Myriam Silla, la capitana con una serie di gran attacchi ha lanciato la fuga decisiva dell’Italia (25-22).
Ne quarto parziale nessuna delle due formazioni si è dimostrata disposta a mollare (11-11) e l’equilibrio è durato finché Gabi ha inanellato una serie di punti che hanno spinto avanti le sudamericane (13-16). L’Italia ha stretto i denti e con carattere ha iniziato una rimonta che l’ha portata sul (22-20). Un challenge molto contestato dalle azzurre, “floor touch” la chiamata arbitrale, ha segnato la fine della rincorsa per la nazionale tricolore (21-25).
Nel tie-break, dopo l’equilibrio iniziale (4-4), il primo allungo è stato firmato dalle brasiliane (6-8). Le azioni successive hanno visto le ragazze di Mazzanti tentarle tutte per recuperare (12-12), ma la lunga “battaglia” ha premiato la formazione sudamericana, nonostante i due match point annullati da De Gennaro e compagne (15-17).

DAVIDE MAZZANTI: “Noi dobbiamo avere fiducia del nostro ritmo, perché rende il gioco fluido ed efficace. Questa sera contro il Brasile, invece, non siamo stati in grado di creare lo spazio tra noi e le avversarie. Quando abbiamo iniziato a fare meglio sul contrattacco siamo andati avanti, grazie al nostro gioco. Nella metà del quarto set abbiamo spinto meno in battuta e abbiamo avuto una certa frenesia nel contrattacco e nella gestione generale dei colpi non siamo stati lucidi, come invece lo è stato il Brasile. In quel momento quindi ci è sfuggita un po' la partita e siamo andati al punto a punto, dove alla fine a spuntarla è stato il Brasile. 
Ci dispiace chiaramente aver perso questa partita, ma dobbiamo subito ripartire. Nella gara di domani contro il Giappone servirà qualità in attacco, così da dimostrare nuovamente quello che siamo in grado di fare”.

ANNA DANESI: “La sconfitta di oggi non ci preoccupa molto, siamo comunque riuscite a ottenere un punto. Dovremo limare gli errori che abbiamo commesso e questo poi ci permetterà di giocare nuovamente meglio. Il Brasile è stato molto bravo in difesa e questo forse ci ha spinto a commettere qualche errore di troppo. Domani saremo di nuovo in campo e dobbiamo lasciarci alle spalle questa partita. Non abbiamo tante ore per recuperare, ma credo che in questi casi la testa può fare la differenza e  far pensare di meno alla stanchezza fisica. Il percorso è ancora lungo, qualche passo falso può capitare e dobbiamo imparare ad accettarli”.

La fotogallery di ITALIA-BRASILE è disponibile QUI

Tabellino: ITALIA - BRASILE 2-3 (20-25, 25-22, 25-22, 21-25, 15-17)

ITALIA: Orro 1, Bosetti 5, Chirichella 6, Egonu 37, Pietrini 13, Danesi 13, De Gennaro (L). Lubian, Malinov, Fersino, Sylla 7. N.e: Gennari, Bonifacio, Nwakalor. All. Mazzanti
BRASILE: Macris 2, Gabi 30, Carol 11, Tainara 15, Pri Daroit 6, Carol Gattaz 10, Natinha (L). Roberta, Kisy 2, Lorenne 1, Rosamaria. N.e: Gambatto, Alexandre, Viezel. All. Zé Roberto
Arbitri: Simonovic (SUI) e Myoi (JPN)
Durata Set: 25’, 28’, 28’, 29’, 20’.
Italia: 3 a, 16 bs, 15 mv, 35 et.
Brasile: 1 a, 12 bs, 14 mv, 26 et.

Il Calendario e la programmazione tv delle azzurre per la 2a Fase
5 ottobre, ore 14.15: Italia-Giappone (diretta Rai 2, Sky Sport 1 e Sky Sport Arena)
7 ottobre, ore 17.15: Italia-Argentina (diretta Rai 2, Sky Sport 1 e Sky Sport Arena)
8 ottobre, ore 13.30: Italia-Cina (diretta Rai 2, Sky Sport 1 e Sky Sport Arena)

2a Fase (4-9 ottobre) - Classifiche Pool E e F

Pool E (Rotterdam): Italia 5V 16p, Giappone 5V 15p, Brasile 5V 14p, Cina 4V 12p, Belgio 4V 12p, Olanda 3V 9p, Porto Rico 2V 6p, Argentina 2V 5p.

Pool F (Lodz): Stati Uniti 5V 15p, Serbia 5V 14p, Turchia 5V 14p, Canada 4V 11p, Thailandia 4V 10p, Rep. Dominicana 3V 11p, Polonia 3V 10p, Germania 2V 7p.

Calendario e Risultati (Pool E – Rotterdam)

4 ottobre, ore 14.15: Giappone-Belgio 3-1 (21-25, 25-20, 25-16, 25-22)

4 ottobre, ore 17.15: Italia-Brasile 2-3 (20-25, 25-22, 25-22, 21-25, 15-17)

4 ottobre, ore 20.15: Olanda-Argentina

5 ottobre, ore 14.15: Italia-Giappone

5 ottobre, ore 17.15: Cina-Porto Rico

5 ottobre, ore 20.15: Belgio-Argentina

6 ottobre, ore 16: Brasile-Porto Rico

6 ottobre, ore 20: Cina-Olanda

7 ottobre, ore 14.15: Giappone-Porto Rico

7 ottobre, ore 17.15: Italia-Argentina

7 ottobre, ore 20.15: Brasile-Olanda

8 ottobre, ore 13.30: Italia-Cina

8 ottobre, ore 17: Brasile-Belgio

9 ottobre, ore 12.30: Cina-Belgio

9 ottobre, ore 15.30: Giappone-Olanda

9 ottobre, ore 18.30: Porto Rico-Argentina

Calendario e Risultati (Pool F – Lodz)

4 ottobre, ore 15 (Sport Arena): Thailandia-Canada 1-3 (19-25, 21-25, 25-23, 22-25)

4 ottobre, ore 17.30 (Atlas Arena): Stati Uniti - Rep. Dominicana 3-1 (21-25, 25-19, 25-20, 25-21)

4 ottobre, ore 19 (Sport Arena): Turchia-Germania 3-0 (25-21, 25-18, 25-21)

4 ottobre, ore 20.30 (Atlas Arena): Serbia-Polonia

5 ottore, ore 15 (Sport Arena): Thailandia-Germania

5 ottobre, ore 17.30 (Atlas Arena): Turchia-Canada

5 ottobre, ore 19 (Sport Arena): Serbia-Rep. Dominicana

5 ottobre, ore 20.30 (Atlas Arena): Stati Uniti-Polonia

7 ottobre, ore 15 (Sport Arena): Serbia-Thailandia

7 ottobre, ore 17.30 (Atlas Arena): Stati Uniti-Turchia

7 ottobre, ore 19 (Sport Arena): Rep. Dominicana-Germania

7 ottobre, ore 20.30 (Atlas Arena): Polonia-Canada

8 ottobre, ore 15 (Sport Arena): Stati Uniti-Thailandia

8 ottobre, ore 17.30 (Atlas Arena): Serbia-Turchia

8 ottobre, ore 19 (Sport Arena): Rep. Dominicana-Canada

8 ottobre, ore 20.30 (Atlas Arena): Polonia-Germania

La programmazione Tv di Rai e Sky per la 2a Fase (4-9 ottobre)

5 ottobre (Pool E), ore 14.15: Italia-Giappone (diretta Rai 2, Sky Sport 1 e Sky Sport Arena)

5 ottobre (Pool E), ore 17.15: Cina-Porto Rico (diretta Rai Sport)

5 ottobre (Pool F), ore 20.30: Stati Uniti-Polonia (diretta Rai Sport, diretta Sky Sport Arena)

6 ottobre (Pool E), ore 16: Brasile-Porto Rico (diretta Sky Sport 1 e Sky Sport Arena, differita Rai Sport ore 23.50)

6 ottobre (Pool E), ore 20: Cina-Olanda (diretta Rai Sport, diretta Sky Sport Action)

7 ottobre (Pool E), ore 17.15: Italia-Argentina (diretta Rai 2, Sky Sport 1 e Sky Sport Arena)

7 ottobre (Pool E), ore 20.15: Brasile-Olanda (diretta Rai Sport, diretta Sky Sport Action)

8 ottobre (Pool E), ore 13.30: Italia-Cina (diretta Rai 2, Sky Sport 1 e Sky Sport Arena)

8 ottobre (Pool E), ore 17: Brasile-Belgio (differita Rai Sport, ore 00.30)

8 ottobre (Pool F), ore 17.30: Serbia-Turchia (diretta Sky Sport Arena)

9 ottobre (Pool E), ore 12.30: Cina-Belgio (diretta Rai Sport, diretta Sky Sport Arena)

9 ottobre (Pool E), ore 15.30: Giappone-Olanda (diretta Sky Sport Arena)

 

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4

Importanza 5

2021, Designed & Developed by GEB Software. All Rights Reserved.