| | | |

CEV Champions League maschile: vittorie per Trento e Perugia, stasera in campo Civitanova

Pubblicato il 30/11/2022
30/11/2022
In Aggiornamento: 

Due importanti successi sono arrivati ieri sera in CEV Champions League 2023 maschile per la Trentino Itas e la Sir Sicoma Monini Perugia. Trento ha superato in casa i polacchi campioni d’Europa in carica del Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle, mentre Perugia ha piegato in Germania, i tedeschi del SWD Powervolleys Duren. Oggi invece sarà il turno della Cucine Lube Civitanova. I campioni d’Italia ieri sono partiti alla volta del Belgio, dove questa sera (ore 20.30), presso la Tomabel Hall, affronteranno i padroni di casa dello Knack Roeselare nel match valevole il terzo turno della Pool C.

Trentino Itas-Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle 3-1 (25-20, 17-25, 26-24, 25-23)
L’atmosfera di una grande notte europea ha rivitalizzato la Trentino Itas e le fa raccogliere un risultato importantissimo per il suo cammino in CEV Champions League 2023. Ieri sera infatti alla BLM Group Arena la formazione italiana ha dato un colpo di spugna alle ultime due precedenti sconfitte in SuperLega con Perugia e Milano, raccogliendo una importantissima e meritatissima vittoria contro i due volte Campioni d’Europa in carica del Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle.
Lo scontro al vertice dell’ultimo turno del girone d’andata della Pool D, remake delle SuperFinals 2021 e 2022, ha infatti visto la formazione di casa imporsi per 3-1 contro i polacchi al termine di una partita che, come si ipotizzava alla vigilia, è risultata essere vibrante e combattuta palla su palla sino all’ultimo. A maggior ragione il successo e i conseguenti tre punti per classifica del girone (ora condotto in solitario dalla squadra di Lorenzetti con tre punti di vantaggio) sono un valore aggiunto alla prestazione offerta di fronte al proprio pubblico.
Nel giorno della 200^ partita internazionale della sua storia, Trentino Volley non ha tradito, ritrovando in un sol colpo carattere ed efficienza in attacco, come racconta bene il 56% di squadra fatto registrare oggi. A spingere verso l’alto le percentuali gialloblù a rete ci hanno pensato Alessandro Michieletto, autore di una prestazione monstre (21 punti col 71% e 4 ace: mvp), ma anche l’ottimo innesto di Džavoronok (10 col 62%) e la crescita esponenziale di Kaziyski (14 col 45%), partito lentamente, ma poi diventato sempre più protagonista. Solo in questo modo si poteva portare a casa la vittoria da tre punti in un match in cui i polacchi hanno murato, difeso e battuto meglio, ingaggiando un vero e proprio braccio di ferro dopo aver vinto il secondo set ed ottenuto il punto dell’1-1. I parziali successivi sono stati decisi dall’orgoglio trentino, fattore necessario per ottenere allo sprint entrambi.

SWD Powervolleys Duren-Sir Sicoma Monini Perugia 0-3 (17-25, 23-25, 21-25)
Missione compiuta in terra tedesca per la Sir Sicoma Monini Perugia. I Block Devils sbancano la Kreis Arena di Duren, superano in tre set i padroni di casa della SWD Powervolleys Duren e si prendono il terzo successo pieno nella Pool E di Champions League volando a quota 9 punti in classifica.
Prova concreta e compatta dei bianconeri. Coach Anastasi, coma da diverse settimane a questa parte, prosegue nella rotazione della rosa dando spazio stasera a Ropret, Herrera, Solè, Semeniuk e Piccinelli e facendo rifiatare alcuni dei giocatori che erano scesi in campo due giorni fa a Cisterna in campionato. Nonostante le variazioni, Perugia mantiene il proprio assetto e le proprie certezze sia nel sideout che in fase break. Certezze che, a lungo andare, fanno la differenza contro la buona formazione tedesca.
Primo parziale equilibrato fino al 10-10, poi i bianconeri alzano i giri del motore soprattutto dai nove metri. Il secondo set è il più combattuto e si gioca punto a punto. In volata decidono un colpo vincente di Ropret ed un errore dei padroni di casa. Nella terza frazione, con Duren che cerca il tutto per tutto per allungare il match, Perugia dimostra carattere e determinazione recuperando uno svantaggio iniziale di tre punti e chiudendo con un maniout di Plotnytskyi.
È proprio il mancino ucraino l’Mvp della partita, partita che chiude con 14 punti, 4 ace ed il 56% in attacco. Doppia cifra anche per Herrera (13 palloni vincenti), 58% in attacco per Semeniuk (8 punti).
Perugia vince la sfida soprattutto in battuta (7 ace contro 4, ma anche tanti turni che hanno messo grande pressione alla ricezione tedesca) ed in attacco (54% contro il 50% del Duren che però ha commesso quasi il doppio degli errori).
Scappa via dunque Perugia in classifica nel girone in attesa della partita tra Ach Lubiana e Ziraat Ankara in programma domani. Prossimo impegno di Champions per i Block Devils giovedì 15 dicembre quando al PalaBarton arriverà proprio la formazione turca.

Importanza 1

Importanza 3

Importanza 4

Importanza 5

2021, Designed & Developed by GEB Software. All Rights Reserved.