La tenacia premia le azzurrine che conquistano due punti contro Roma

Pubblicato il 16/02/2020
16/02/2020

La grinta e il bel gioco premiano il Club Italia CRAI che al termine di due intense ore di gara vince 3-2 (25-22, 21-25, 25-17, 21-25, 15-11) contro Acqua & Sapone Roma Volley Club la seconda giornata della Pool Salvezza del Campionato di A2. Le azzurrine protagoniste di un’ottima prestazione a muro (15 quelli messi a segno al termine della gara) conquistano così due punti che permettono loro di salire al terzo posto in classifica. Alla vigilia si preannunciava un match insidioso, ma le ragazze della formazione federale sono riuscite a tener testa alle esperte avversarie e ad esprimere un gioco bello ed efficace. 
Per l’avvio di gara il tecnico Massimo Bellano ha schierato la diagonale Monza-Frosini, le schiacciatrici Populini e Gardini, le centrali Nwakalor e Kone e il libero Panetoni. Dall’altra parte della rete coach Fabio Cavaioli ha risposto con Mastrodicasa, Balboni, Pietrelli, Cecconello, Tosi, Arciprete e il libero Quiligotti.

CRONACA – Parte bene il Club Italia CRAI che trova subito il ritmo giusto per incalzare le avversarie (9-3) e induce coach Cavaioli a chiamare il time out. 
Le ospiti rimettono ordine alla propria manovra e con un break di 4 punti accorciano le distanze (11-8). Le azzurrine conquistano un cambio palla e ridanno vigore alla propria manovra (15-8). Reazione d’orgoglio di Roma che prova nuovamente a rientrare (20-18), ma la determinazione e il buon gioco delle azzurrine hanno la meglio. Il Club Italia CRAI chiude a proprio favore il primo set 25-22.
Anche nella seconda frazione sono le azzurrine a prendere l’iniziativa e a portarsi in vantaggio (4-2). Le ragazze di coach Bellano non permettono alle avversarie di rientrare (9-7) e con un ottimo rendimento a muro allungano il passo (13-8). I due time out ravvicinati chiamati da coach Cavaioli sortiscono l’effetto sperato e Roma accorcia le distanze (18-17). Time out e cambio di diagonale (fuori Monza e Frosini, dentro Pelloia e Ituma) per il Club Italia che prova a rimettersi in marcia. Sono però le ospiti a trovare il primo pari della giornata (18-18) e il primo vantaggio a proprio favore (18-19). Nel finale è ancora Roma a trovare lo spunto giusto e a pareggiare il conto set (21-25).
Pronta la reazione delle azzurrine che approcciano con determinazione l’avvio di terzo parziale (7-2). Roma ritrova efficacia nella propria manovra e lima lo svantaggio (10-8). Il tecnico federale opta quindi per un cambio in regia (Pelloia prende il posto di Monza), ma le ospiti riescono a raggiungere la parità (10-10). Si procede quindi in equilibrio (13-13) ed è un ace di Pelloia a invertire la rotta. Il Club Italia ritrova un ottimo gioco e uno straordinario rendimento a muro e si porta sul +7 (21-14). Le azzurrine non rallentano e chiudono agevolmente riportandosi in vantaggio (25-17).
Avvio nel segno dell’equilibrio (2-2) nel quarto set. E’ Il Club Italia CRAI a rompere gli indugi e a mettere a segno il primo allungo (5-2). Lo stop al gioco del tecnico Cavaioli rimette in corsa le ospiti che ritrovano la parità (5-5) e per un lungo tratto la partita viaggia sui binari dell’equilibrio (12-12). Roma prova ad allungare (14-17) e Bellano decide che è il momento di fermare il gioco. Le azzurrine limano il distacco (20-21). Ma il time out della panchina ospite rimette in corsa le giallorosse che incrementano il vantaggio conquistano il set (21-25) e portano la partita al tie break.
Si procede punto a punto in avvio di quinto set (5-5). Roma prova ad accelerare (5-7) e mette a segno il punto che le permette di giungere in vantaggio al cambio campo (6-8). Un errore avversario, Kone e Gardini a segno e il Club Italia torna avanti (11-8). Un ace di Gardini mantiene le avversarie a distanza (13-9) e il secondo time out chiamato dalla panchina ospite non sortisce l’effetto sperato: le azzurrine sono incontenibili e chiudono set e partita (15-11). 

MASSIMO BELLANO: “Abbiamo disputato due partite in una perché nei set dispari abbiamo giocato con una buona qualità. Soprattutto nel primo abbiamo battuto come non facevamo da un po’ di tempo, abbiamo fatto molto bene tutto quello che riguardava il muro-difesa e nel cambio palla abbiamo tenuto un ritmo interessante. Nel terzo e nel quinto parziale abbiamo fatto tutto più meno allo stesso livello tranne in battuta dove, da un certo punto in avanti, siamo stati un po’ meno efficaci di quello che volevamo. Nel secondo e nel quarto set, invece, abbiamo fatto vedere il peggio di noi: abbiamo subito molto la fase di cambio palla e abbiamo fatto un po’ di confusione sul muro difesa rispetto alle caratteristiche di Roma. Nel complesso comunque bene per larghi tratti il muro e la difesa. Stiamo peccando molto nella scelta e nella qualità dei colpi d’attacco che dovrebbero essere invece caratterizzanti per il nostro gioco. Dove siamo riusciti a migliorare in questa fase abbiamo vinto anche con parziali buoni. Peccato per il secondo set perché abbiamo dilapidato un vantaggio importante e per il quarto perché il fatto di stare punto a punto ci ha innervosito un troppo e, con più sangue freddo, avremmo potuto chiudere il match sul 3-1. Alla fine ne è venuto fuori un 3-2 che poteva essere anche qualcosa di più e di meglio a nostro favore, lo accettiamo perché se è questo il risultato vuol dire che dobbiamo ancora lavorare molto sulla continuità”.  

CLUB ITALIA CRAI-ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB 3-2 (25-22, 21-25, 25-17, 21-25, 15-11)
CLUB ITALIA CRAI: Monza 3, Gardini 17, Nwakalor 3, Frosini 22, Populini 10, Kone 13; Panetoni (L), Pelloia 1, Bassi, Graziani 3, Ituma 1. Ne: Marconato (L), Trampus. All. Bellano.
ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Mastrodicasa 8, Balboni 1, Pietrelli 16, Cecconello 11, Tosi 14, Arciprete 4; Quiligotti (L), Liguori 7, De Luca Bossa. Ne: Bucci (L), Varani, Pizzolato. All. Cavaioli. 
DURATA SET: 25’, 25’, 24’, 27’, 17’.
ARBITRI –Marco Pasin e Roberto Guarneri.
CLUB ITALIA CRAI: 3 a, 16 bs, 15 mv, 40 et.
ROMA: 6 a, 11 bs, 11 mv, 34 et.

CLASSIFICA – La classifica della Pool Salvezza al termine della seconda giornata dell’andata: 1. Roana Cbf H.R. Macerata (32 p); 2. Sorelle Ramonda Ipag Montecchio (32 p); 3. Club Italia CRAI (26 p); 4. Cuore Di Mamma Cutrofiano (25 p); 5. P2p Smilers Baronissi (22 p); 6. Acqua & Sapone Roma Volley Club (21 p); 7. Cda Talmassons (21 p); 8. Exacer Montale (19 p); 9. Sigel Marsala (16 p); 10. Green Warriors Sassuolo (14 p).

 

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4