Serie A2 Credem Banca: il Club Italia Crai cede in casa contro Prata di Pordenone

Pubblicato il 19/01/2019
19/01/2019

Nella quarta giornata del girone di ritorno della Serie A2 Credem Banca, il Club Italia Crai è uscito sconfitto dalla gara casalinga contro Prata di Pordenone 1-3 (25-18, 19-25, 27-29, 19-25). 
Resta sicuramente un po’ di amaro in bocca per un match che si era messo inizialmente bene per gli azzurrini, che erano riusciti a conquistare il primo set (25-18), prima di subire il ritorno di una Prata senza dubbio in salute, capace conquistare punti pesanti nelle prime gare del girone di ritorno. Decisivo probabilmente l’andamento del terzo parziale, dove dopo essere andati avanti (11-4) i ragazzi di Monica Cresta non sono riusciti a mantenere la concentrazione giusta, sprecando il vantaggio in un set che si è concluso (27-29) al termine di un lungo botta e risposta chiuso in favore della formazione friulana, che in piena fiducia è riuscita a far suo anche il parziale successivo. 
Nella prossima giornata, il team federale sarà impegnato nella trasferta di Castellana Grotte contro la Materdomini, prima del doppio turno casalingo contro Cuneo e Cisano Bergamasco. 
CRONACA - Per quanto riguarda le scelte iniziali, Monica Cresta ha preferito non rischiare il capitano Nicola Salsi (subentrato solo nel secondo parziale) evidentemente non ancora al top dopo l’infortunio al dito rimediato a Bergamo, schierando così Zonta in palleggio, Stefani opposto, Recine e Motzo schiacciatori, Mosca e Maletto al centro e Federici come libero. 
Dopo una prima fase di equilibrio iniziale (10-10), nella seconda metà del primo set sono stati gli azzurrini a tentare l’allungo (16-13), riuscendo ad imporre il proprio gioco e consolidando il vantaggio grazie all’ace di Motzo seguito dal muro vincente di Recine (23-18). Nel finale è stato l’ace di Mosca a chiudere i giochi (25-18). 
Diverso l’andamento nel secondo set. Qui, le due squadre si sono rese protagoniste di un lungo botta e risposta, durato fino alle battute conclusive (17-17). Nel finale, poi, è stata la formazione di Sturam a trovare l’allungo decisivo sul (17-21), a cui non è seguita una risposta efficace da parte degli azzurrini, che hanno dovuto cedere il secondo set agli avversari (19-25). 
Nella terza frazione, dopo una reazione convincente in avvio (11-4), gli azzurrini non sono riusciti a mantenere il pallino del gioco nelle proprie mani, subendo il ritorno di Prata che si è imposta bene soprattutto a muro (17-18). Nel finale, poi, le due squadre hanno giocato punto a ma è stata la formazione friulana ad avere la meglio (27-29). 
Anche nel quarto set, dopo aver conquistato un +4 iniziale (10-6), gli azzurrini hanno fatto fatica a contenere i propri avversari e complice qualche errore di troppo in attacco si sono trovati a rincorrere (20-15). Nel finale non sono bastati i tentativi di tornare in partita e la formazione di Sturam è riuscita a portarsi a casa la vittoria (19-25).
Alla partita era prrsente anche l'ex arbitro internazionale e attuale responsabile settore arbitri della Serie A Fabrizio Pasquali 

LEANDRO MOSCA: “Siamo sicuramente dispiaciuti per il risultato di oggi anche perché probabilmente con un pizzico di attenzione in più poteva finire diversamente. Oggi abbiamo pagato il nostro solito difetto, ovvero che in alcuni momenti ci rilassiamo troppo. Nel terzo set, infatti, dopo essere andati in vantaggio siamo calati molto dal punto di vista mentale, concedendo troppo spazio a Prata che è stata brava ad approfittarne ed è riuscita a portarsi a casa anche il quarto. Adesso dovremo essere bravi a rialzarci nel minor tempo possibile perché il campionato è ancora lungo.”

CLUB ITALIA CRAI-PRATA DI PORDENONE 1-3 (25-18, 19-25, 27-29, 19-25) 
Club Italia: Mosca 10, Zonta 2, Recine 13, Maletto 2, Stefani 9, Motzo 22, libero: Federici, Cianciotta 1, Salsi, Gamba 7. Ne: Dal Corso, Magalini, Benedicenti, Biasotto.  
Prata: Deltchev 4, Tassan 10, Link 18, Marinelli 18, Bortolozzo 11, Calderan 2, libero: Lelli, Radin, Saraceni 6, Bonante,. Ne: Corazza, Marini. 
Arbitri: Antonio Gaetano, Antonio Capolongo
Durata: 26’, 25’, 33’, 26’ 
Club Italia: 7 a, 15 bs, 7 mv, 28 et 
Prata: 3 a, 10 bs, 14 mv, 24 et

Foto Credit: Marika Torcivia 

 

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4